Guido Lo Forte candidato alla Procura Nazionale Antimafia

20 marzo 2013 Cronaca di Messina

Una decina di domande per il posto lasciato libero da Piero Grasso al vertice della procura nazionale antimafia, in testa quelle del procuratore di Messina Guido Lo Forte e del procuratore di Salerno Franco Roberti, considerati sin dall’inizio tra i “papabili”. Entra nel vivo la corsa per la nomina del nuovo procuratore antimafia, anche se i termini per presentare domanda al Csm non sono ancora scaduti. E le previsioni della vigilia sulle candidature vengono confermate. Come aveva annunciato, ha presentato la domanda anche il procuratore di Santa Maria Capua Vetere Corrado Lembo, che in questa corsa è in compagnia di diversi capi di procure: come Luigi De Ficchy (Tivoli), Roberto Alfonso (Bologna), Armando D’Alterio (Campobasso). Ci sono anche due procuratori aggiunti: Sandro Ausiello (Torino) e Fausto Zuccarelli (Napoli). E un procuratore generale, quello di Catanzaro Santi Consolo. Nella pattuglia di candidati c’é pure una donna: Carmen Manfredda, sostituto pg alla Corte d’appello di Milano. E un pm della procura nazionale antimafia Pier Lugi Maria Dell’Osso, oltre all’ex consigliere del Csm Francesco Lo Voi.