CORDOGLIO DEL SINDACO ACCORINTI E DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI MESSINA PER LA SCOMPARSA DI PINA MAISANO GRASSI

9 Giugno 2016 Cronaca di Messina

“E’ stata un esempio fulgido di impegno civile, protagonista di continue battaglie per liberare la nostra terra dalle mafie e ogni connivenza ed ha rappresentato, soprattutto per le nuove generazioni, la testimonianza che è possibile reagire ai soprusi del racket, con un’indomabile forza che ha saputo trasmettere a tantissimi giovani”. E’ quanto espresso dal sindaco, Renato Accorinti, nel manifestare il profondo cordoglio, anche a nome della Giunta municipale, per la morte della signora Pina Maisano Grassi. “Ricordo con particolare emozione – ha aggiunto Accorinti – la sua presenza, sul finire degli anni novanta, al campo Salvo Santamaria a Messina, nel corso di un incontro con centinaia di studenti, che ricevettero già a quei tempi uno straordinario messaggio di speranza ed infinite motivazioni a costruire un futuro diverso e migliore per la nostra Sicilia. Oggi la accomuniamo al ricordo del marito, Libero Grassi, e confermiamo una volta di più la ferma determinazione ad impegnarci per estirpare la cultura mafiosa dal nostro territorio. La lotta alle mafie non può prescindere dalla presa di coscienza delle giovani generazioni e dal ruolo decisivo della scuola. Ognuno di noi è chiamato a fare la propria parte, prendendo spunto ed esempio dalla vita di Pina Maisano Grassi, e rivolgendo un pensiero ai cittadini per aumentare la loro presa di coscienza e la partecipazione alla lotta alla mafia con azioni concrete tutti i giorni e in ogni angolo di strada, evitando silenzi di complicità ed omissioni”.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione