AL VIA DOMANI A PALAZZO ZANCA IL SECONDO PERCORSO FORMATIVO PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE DEGLI OPERATORI IMPEGNATI NELL’ACCOGLIENZA DEI MIGRANTI

Domani, venerdì 27, alle ore 9, nel Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca, si terrà il secondo percorso formativo, curato da OXFAM-Italia e dalle organizzazioni partner del programma OpenEurope (Borderline Sicilia, Medici per i Diritti Umani). “Si tratta – evidenzia l’assessora alle Politiche Sociali, Nina Santisi – di una formazione multi-disciplinare, strutturata in tre giornate di approfondimento con focus su fenomeno migratorio e approccio della mediazione culturale, normativa in materia di immigrazione, protezione internazionale e corretto avvicinamento relazionale con le persone che hanno subìto gravi traumi. Le collaborazioni con i soggetti proponenti la formazione si colloca all’interno delle linee di indirizzo dell’Amministrazione comunale, espressa dall’assessorato alle Politiche Sociali, quale momento non solo di apprendimento e scambio, ma occasione di partecipazione integrata rivolta a potenziare negli operatori le competenze per mettere in equilibrio la dimensione umana con quella normativa, senza perdere di vista il progetto migratorio individuale, alla luce, tra l’altro, del contesto dinamico e in continuo cambiamento del settore migrazione. L’impegno, con cui Messina lavora per l’accoglienza dei migranti, ha consentito l’intesa culturale e progettuale con le agenzie del terzo settore e le organizzazioni umanitarie che ha reso possibile la realizzazione di un calendario formativo, integrato con i piani degli altri partner, rivolto ai soggetti istituzionali e del terzo settore coinvolti nella filiera dell’accoglienza. Il quadro legislativo, in continua evoluzione, e le ricadute delle decisioni delle autorità nazionali ed europee influenzano infatti le progettualità locali e imprimono un ritmo operativo alla rete dell’accoglienza. In questa prospettiva – conclude l’assessora Santisi – nell’arco dei prossimi tre mesi, la rete sarà coinvolta in percorsi formativi gestiti da diverse organizzazioni impegnate nell’ambito della migrazione: Organizzazione Internazionale Migrazione (OIM), OXFAM-Italia, Cooperazione Internazionale Sud Sud (CISS) e Associazione Penelope”. Il percorso formativo, che si concluderà lunedì 30, è stato avviato dall’OIM, che ne ha curato la prima fase, dedicata al fenomeno della tratta di esseri umani, svoltasi nei giorni scorsi al Centro Polifunzionale “I’am” di via Felice Bisazza. Il dettaglio dei singoli programmi è in pubblicazione sul sito web del Comune di Messina.

Nessun Commento

Lascia un commento

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Don't have account. Register

Lost Password

Register