CATANIA: “Pressioni al centro migranti”. Interrogata dal magistrato Sebastiano Ardita la senatrice Bertorotta

2 febbraio 2018 Mondo News

Ornella Bertorotta, ex senatrice del Movimento 5 Stelle, accusata di aver fatto “pressioni” per far assumere un’attivista del movimento all’interno di un centro di accoglienza di Mascali, è stata ascoltata dal pm Fabio Regolo e dal Procuratore aggiunto Sebastiano Ardita. Le presunte pressioni sarebbero state avanzate nel 2015: anno in cui l’ex senatrice ha svolto un’ispezione nel centro di accoglienza di Mascali. Secondo l’accusa la Bertorotta avrebbe abusato del suo ruolo di pubblico ufficiale e avrebbe avanzato pressioni al fine di fare ottenere un posto di lavoro alla militante dei 5 stelle, che non sarebbe mai avvenuto. La struttura inoltre è stata oggetto di un’interpellanza parlamentare della senatrice mossa dopo la pubblicazione di diversi articoli stampa dove si denunciavano varie irregolarità.

“La mia assistita ha risposto a tutte le domande che le sono state rivolte dai pm nel corso dell’interrogatorio – ha commentato l’avvocato Salvatore Leotta, difensore di Ornella Bertorotta – Non essendo chiuse le indagini non conosciamo gli elementi su cui si fonda l’accusa ma abbiamo chiesto comunque di approfondire le indagini fornendo sin da subito tutte le informazioni a nostra disposizione. La senatrice Bertorotta ha detto chiaramente di non conoscere e di non aver mai avuto contatti di alcun tipo con questa presunta ‘raccomandata’. Inoltre abbiamo chiesto l’acquisizione della registrazione integrale realizzata dalla giornalista de la 7 nel corso dell’ispezione nel centro di accoglienza per migranti di Mascali dove sono state documentate le pessime condizioni in cui versava la struttura. La senatrice confidando – conclude l’avvocato – nell’attento operato della magistratura si è detta disponibile per ogni altro chiarimento o integrazione”. di  rassegnaweb da http://catania.livesicilia.it