Maltrattamenti e lesioni alla moglie: Deve espiare una pena di 6 anni e 10 mesi di reclusione, arrestato 64enne

Nella mattinata di ieri i Carabinieri della Stazione di Taormina hanno arrestato il 64enne P.G., in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Messina.  L’uomo deve espiare una pena di 6 anni e 10 mesi di reclusione, con l’aggiunta dell’interdizione legale e dai pubblici uffici durante la pena, poiché riconosciuto colpevole e condannato per i reati di tentato omicidio, maltrattamenti in famiglia e lesioni commessi nei confronti della moglie a partire dal 2001 e sino al 2016.

P.G. era stata arrestato nel luglio del 2016 dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Taormina con l’accusa di tentato omicidio nei confronti della moglie poiché, a seguito di una lite avvenuta per futili motivi, aveva tentato di strangolare la donna.

Le indagini svolte in seguito a questo episodio avevano consentito ai Carabinieri di ricostruire che P.G., sin dal 2001, aveva sottoposto la moglie a continui e costanti maltrattamenti consistiti in ingiurie, minacce e violenze fisiche. L’uomo aveva inoltre privato la consorte dei mezzi di sostentamento, impedendole anche di vedere i genitori.

L’arrestato è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Messina Gazzi, dove dovrà espiare la condanna emessa a suo carico.