OPERAZIONE ‘BETA 2’: CONCLUSI GLI INTERROGATORI DEGLI ARRESTATI

30 ottobre 2018 Senza categoria

Di Edg – Si sono conclusi gli interrogatori di cinque delle otto persone arrestate nell’operazione antimafia dei Ros ‘Beta 2’. Il giudice per le indagini preliminari Salvatore Mastroeni ha sentito, all’interno del carcere di Gazzi, cinque degli indagati, cioè quelli ristretti a Messina. Tranne Maurizio Romeo, difeso dagli avvocati Nino Cacia e Tancredi Tracló, che si è avvalso della facoltà di non rispondere, gli altri quattro si sono sottoposti al faccia a faccia col giudice. Erano presenti agli interrogatori anche i due pm Todaro e Monaco. Hanno risposto alle domande del magistrato l’architetto Salvatore Parlato, il funzionario di Palazzo Zanca in servizio al settore Urbanistica, secondo l’accusa a disposizione dei Romeo, i fratelli Lipari e Giuseppe La Scala. Tutti gli indagati hanno respinto con fermezza le accuse. Oggi invece il gip Mastroeni andrà a sentire in ospedale Michele Spina, che si trova ricoverato in regime di detenzione ospedaliera piantonato 24 ore su 24 dai carabinieri del Ros. Gli altri due interrogatori di garanzia per Giovanni Marano e Ivan Soraci, il gip li ha delegati per rogatoria rispettivamente ai colleghi di Catania e Palermo, le due città dove si trovano attualmente detenuti Marano e Soraci. Sono poi indagati, ma non hanno subito misure restrittive a loro carico Sergio Chillè, 43 anni, nato a Messina; Eros Nastasi, 28 anni, nato a Messina; Biagio Grasso, 46 anni, nato a Milazzo; Nunzio Laganà, 43 anni, nato a Messina; Vincenzo Romeo, 39 anni, nato a Messina (per Nastasi il gip ha rigettato la richiesta in carcere avanzata dalla Dda).

Foto arrestati da gazzetta del sud