BOTTI IN SICILIA, DIECI FERITI

1 Gennaio 2019 Cronaca di Messina

Botti in Sicilia, dieci feriti. Tra Palermo e Catania si contano dieci feriti per botti e petardi sparati nella notte di Capodanno. Il caso più grave nella città etnea, dove a un uomo di 43 anni i medici dell’ospedale Garibaldi hanno amputato la mano destra, per lo scoppio di una bomba carta nel quartiere Librino.

Nell’acese sempre in provincia di Catania, un’altra persona ha perso tre dita della mano sinistra ed è stata curata al Cannizzaro. Bruciature ed escoriazioni, sempre nel Catanese, per altre cinque persone, tra cui un minore.

A Palermo due persone sono state trasportate nell’ospedale Buccheri La Ferla, uno uomo di 57 anni per ferite riportate Botti in Sicilia, dieci feritiall’orecchio sinistro, l’altro di 33 anni con bruciature al bacino.

Inoltre, all’ospedale Civico è stato medicato un uomo di 31 anni per le ferite alla mano sinistra e all’arcata sopraccigliare destra provocate dall’esplosione di un petardo.

Sempre a causa di un petardo un ventenne di Savoca è ricoverato nell’ospedale Papardo di Messina per le ferite a un occhio e a una mano. A Milazzo e a Barcellona Pozzo di Gotto si registrano altri due feriti lievi.