Policlinico-Nemo Sud: La risposta della Fondazione, “Faremo chiarezza”

7 Aprile 2019 Cronaca di Messina

Un affondo in un atto ispettivo rivolto ai ministeri della Salute e per la Pubblica Amministrazione. Nel mirino il Centro clinico “Nemo Sud” che sorge all’interno dell’ospedale Policlinico, a interrogarsi diciotto senatori del Movimento 5 Stelle. Nel documento si evidenzia come attraverso un percorso avviato nel 2009, mentre le strutture assistenziali della riabilitazione aziendale rimanevano senza posti letto, con penalizzazioni «ai pazienti con gravi disabilità, al livello qualitativo del percorso formativo di studenti e specializzandi e nel mancato accreditamento della scuola di specializzazione nell’anno 2017» , il centro “Nemo Sud” si vedeva attivare «con delibere del commissario straordinario Giuseppe Pecoraro i ricoveri di Neuroriabilitazione». Nonché «destinare alle sue attività gli spazi individuati nel padiglione B, concessi alla fondazione Aurora a titolo gratuito per un periodo di 30 anni». Di seguito pubblichiamo la risposta di Alberto Fontana, Presidente di Fondazione Aurora Onlus e di Daniela Lauro, Vice Presidente di Fondazione Aurora Onlus.

“Sia la Fondazione Aurora che i vertici del Policlinico si sono riservati di rispondere punto su punto ai rilievi mossi dai Cinquestelle a Palazzo Madama. 

Il Centro Clinico NeMO SUD è nato su iniziativa dei pazienti per i pazienti grazie all’alleanza tra AISLA Onlus, Fondazione Telethon, UILDM, Famiglie SMA e Policlinico “G.Martino” e Università degli studi di Messina.​ Il Centro apre le sue porte nel marzo del 2013.​ NeMO SUD è gestito da una Fondazione Onlus senza fini di lucro.​ Non chiarendo questo aspetto è facile incorrere in errori di valutazione su chi siamo e perché è nato questo progetto.
Nonostante il Centro sia conosciuto a tutti i livelli sociali e istituzionali ci troviamo (ancora una volta) a raccontare ciò che siamo e quello che è il valore del nostro operato in un territorio come quello siciliano.
NeMO SUD replica l’omonima realtà che ha sede a Milano presso l’Ospedale Niguarda, a Genova e Roma ed ha dimostrato che l’efficacia del suo modello multidisciplinare può essere replicabile in tutta Italia.​ In Sicilia ha preso in carico più di 3.500 pazienti nei suoi primi 5 anni di attività ed è una delle poche realtà siciliane che accoglie in sanità​ pazienti che provengono da altre regioni italiane. Questo dato conferma che NeMO, con il suo operato, ha interrotto “viaggi della speranza” al nord ridonando fiducia ai siciliani che oggi, se colpiti da una malattia neuromuscolare, possono ricevere diagnosi, cura ed attenzione nella loro terra.​
Solo nel 2018 sono 579 i pazienti accolti in DH, 363 i pazienti in ricovero ordinario, 286 in ambulatorio.
NeMO Sud è parte integrante dei più importanti network di ricerca clinica e scientifica internazionali. Ciò gli consente, ad esempio, di essere il solo Centro prescrittore dell’unico farmaco esistente per l’Atrofia Muscolare Spinale in Sicilia. Una patologia, geneticamente determinata, invalidante, progressiva e neurodegenerativa. Il farmaco ha concretamente cambiato la storia naturale della malattia di centinaia di bambini siciliani.
NeMO Sud è protagonista di trial clinici internazionali per patologie come le distrofia muscolari e la Sclerosi Laterale amiotrofica. Per quest’ultima patologia è Centro esperto regionale in Sicilia.​
A testimoniare tutto questo sono le delibere e i tavoli tecnici delle malattie neuromuscolari al quale partecipiamo a livello regionale e nazionale.
Offriremo a chiunque tutte le informazioni necessarie a comprendere l’attività del Centro con la serenità e trasparenza che da sempre contraddistingue il nostro operato”.