Operazione Fortino, scarcerato Luigi Siracusa

9 Aprile 2019 Inchieste/Giudiziaria

Si aprono le porte del carcere per Luigi Siracusa, conosciuto col nome di “Angelo”, coinvolto nel blitz antidroga Fortino, fatto scattare dalla Squadra Mobile lo scorso 22 gennaio.

Il giudice ha detto sì alla richiesta di scarcerazione del difensore, l’avvocato Domenico Andrè, ed ha concesso a Siracusa i domiciliari. Qui attenderà il processo, fissato al prossimo 18 luglio. A conclusione degli accertamenti, infatti, la Procura ha chiesto ed ottenuto per tutti il rito immediato.

L’inchiesta nasce da una serie di sequestri di partite di droga tra la Calabria e la città dello Stretto. Seguendo i corrieri, la Polizia individua una famiglia di spacciatori che avevano base operativa a Valle degli Angeli, quella degli Arena (leggi qui) Il rione di Provinciale, iper protetto per via dei vicoletti stretti, rende difficile controllare i sospettati o muoversi, per gli investigatori, senza essere notati.

Invece gli agenti della Mobile, ai comandi del dirigente Franco Oilveri, non solo sono riusciti a piazzare diverse telecamere davanti all’abitazione degli Arena, riprendendo il via vai dei pusher e individuando dove nascondevano la droga, ma hanno pure piazzato una cimice nell’auto dove venivano nascoste le partite di stupefacenti.