Abuso d’ufficio, indagati il sindaco di Milazzo e quattro assessori

9 Maggio 2019 Inchieste/Giudiziaria

Sono stati notificati questa mattina, nel palazzo municipale, dai poliziotti della Procura di Barcellona Pozzo di Gotto, avvisi di garanzia al sindaco Giovanni Formica e ai componenti della giunta, fatta eccezione per gli assessori Piera Trimboli e Giovanni Di Bella assenti nella seduta «incriminata». Gli assessori destinatari del provvedimento sono Damiano Maisano, Carmelo Torre, Salvatore Presti e Francesco Italiano.

La Procura contesta loro il reato di abuso d’ufficio in riferimento a due due delibere approvate nel giungo 2016.

La prima riguarda la revoca dell’incarico di ragioniere generale al dipendente Michele Bucalo (assunto dopo aver vinto il concorso per quel ruolo); la seconda l’approvazione della pianta organica con il posto vacante del ragioniere generale, carica assunta successivamente da un esterno.

Il sindaco, al momento, preferisce non rilasciare alcuna dichiarazione, limitandosi a confermare la notifica dell’avviso di garanzia.