Liberty Lines, vertenza a lieto fine. Lavoratori stabilizzati

18 Maggio 2019 Mondo News

Sembrava una partita persa e, invece, alla fine ecco la soluzione. Filt Cgil, Fit Cisl, Uil Trasporti e Usclac Uncidim hanno firmato con Liberty Lines un accordo per la stabilizzazione dei lavoratori marittimi rimasti fermi dallo scorso 1. ottobre dopo la fine dell’appalto per la linea Messina – Reggio, oggi effettuata da Blujet.

Una scelta, quella del Ministero dei trasporti, che i sindacati contestano perché “non sono state valutate le conseguenze ai danni dei lavoratori impiegati nella tratta”. L’ipotesi, paventata più volte negli scorsi mesi, era quella di licenziare il personale in esubero.

Invece, dopo un lungo tira e molla, i sindacati riconoscono  “alla Liberty Lines il merito di non aver operato alcun licenziamento facendosi carico di una riorganizzazione del lavoro e di aver accolto le nostre richieste”.

L’accordo prevede la stabilizzazione dei lavoratori, che dal Turno Particolare verranno ammessi al regime della Continuità di Lavoro (Crl), con tempi limitati.

“In una Regione dove quotidianamente dobbiamo confrontarci con licenziamenti e cessazioni di attività – proseguono i sindacati -, l’attuale management di Liberty Lines ha coraggiosamente affrontato e risolto il problema relativo alla stabilizzazione del proprio personale dipendente. Un segnale chiaro e forte, che va giustamente conosciuto ed apprezzato, volto anche a dimostrare coerenza e buona volontà del nuovo vertice aziendale, un nuovo corso intrapreso nel segno della discontinuità con il passato, di una società comunque leader in Sicilia e nel mondo per la qualità dei servizi veloci”.

Prosegue la trattativa con l’azienda, invece, per la risoluzione di altre tematiche.