Europee, Cateno De Luca festeggia: «Il Patto della Madonnina del 20 maggio ha funzionato»

27 Maggio 2019 Politica

In tarda mattinata anche il commento del sindaco Cateno De Luca, che nonostante il quarto posto di Dafne Musolino, usa toni trionfalistici per i risultati ottenuti da Forza Italia a Messina: «Siamo soddisfatti del risultato conseguito da Dafne Musolino che ha sfiorato le 50 mila preferenze, nonostante l’ingiustificato fuoco amico di qualche notabile, oltre che alle calunnie delle ultime ventiquattro ore di campagna elettorale di certa stampa e di qualche pseudo giornalista che saranno oggetto di apposite querele», scrive su Facebook.

«Non è un caso – prosegue – che la città e la provincia di Messina si siano rivelata le più forziste d’Italia, ritornando ad essere protagoniste nella geopolitica che conta, con un contributo straordinario di voti rappresentati dalle 24mila preferenze conseguite da Dafne Musolino e circa il 24% dei complessivi voti di lista a Forza Italia».

«Non ci sono dubbi – continua il primo cittadino – che il consenso di Dafne Musolino rappresenta l’apporto di Sicilia Vera, di Sicilia Futura e di parte dell’UDC siciliano, ascrivibile alla lungimirante visione politica del coordinatore regionale di Forza Italia, on. Gianfranco Miccichè, finalizzata a superare gli steccati della mera appartenenza partitica a beneficio di una strategia di area con la condivisione di comuni valori ed ambiziosi obiettivi».

«Il cosiddetto ‘Patto della Madonnina’ sottoscritto il 20 maggio a Messina – conclude De Luca – grazie alla mediazione di Sicilia Futura, ha consentito all’on. Giuseppe Milazzo di superare Saverio Romano, aprendo dei nuovi scenari per i prossimi assetti della Giunta Regionale e della presidenza dell’ANCI Sicilia, fino a giungere all’indicazione del prossimo candidato alla Presidenza della Regionale Siciliana del 2022. Colgo l’occasione per ringraziare tutti gli elettori, in particolar modo quelli della città e provincia di Messina, per il sostegno dimostrato».