Condannati Sauta e Caliò per i rimborsi per gli oneri riflessi

13 Luglio 2019 Inchieste/Giudiziaria

Si è chiuso nella serata di ieri con tre condanne e un’assoluzione l’ennesimo processo in tema di oneri riflessi che vedeva coinvolti due ex consiglieri comunali, ovvero Elio Sauta (foto) e Gaetano Caliò (foto), e anche due datori di lavoro, Nicola Bartolo e Marco Arcidiacono, come rappresentanti legali per un certo periodo della onlus. Al centro c’era infatti l’attività dell’Aram, ovvero l’associazione per le ricerche nell’area mediterranea, una delle onlus imputata nel processo Corsi d’Oro. Il giudice monocratico della seconda sezione penale Fabio Pagana ha inflitto tre condanne: 2 anni e 6 mesi più 600 euro di multa per Elio Sauta, 1 anno e 4 mesi più 500 euro di multa a Gaetano Caliò, 1 anno e 8 mesi più 700 euro di multa ad Arcidiacono. Pena sospesa per Caliò ed Arcidiacono. I tre dovranno risarcire le parti civili. Il giudice ha invece assolto da tutte le accuse contestate Bartolone. I quattro dovevano rispondere di truffa e falso del privato in atto pubblico.

Leggi anche

COMUNE DI MESSINA, CHIUSA L'INCHIESTA SUGLI ONERI RIFLESSI: QUATTRO INDAGATI. SONO GLI EX CONSIGLIERI COMUNALI SAUTA, CONTI, SAGLIMBENI E CALIO'. DEVONO RISPONDERE DI TRUFFA E FALSO