INCIDENTE BARCA IN CROAZIA, BIMBI FERITI TRASFERITI AL BAMBINO GESÙ

21 Agosto 2019 Cronaca di Messina

Sono stati trasferiti dall'ospedale di Spalato al Bambino Gesu' di Roma i due bimbi rimasti intossicati sul caicco in Croazia la scorsa settimana insieme alla famiglia. Nell'incidente ha perso la vita Eugenio Vinci, il manager siciliano ucciso dal monossido di carbonio mentre si trovava in vacanza sull'imbarcazione. I due bambini, uno di 3 anni, figlio di Vinci, e l'altra di 11 anni, figlia della moglie del manager, hanno ricevuto l'assistenza delle pattuglie congiunte di polizia italo-croate. Sono stati intanto celebrati i funerali di Eugenio Vinci nel Duomo di Sant'Agata di Militello (Me). Il paese si è stretto attorno ai familiari dell'ad del gruppo Tuo-Tuodi', stroncato dalle esalazioni sprigionatesi da un generatore installato nel vano motore del caicco da parte dell'armatore e dello skipper, entrambi indagati. “Sono davvero commosso e, insieme alla famiglia ed agli amici tutti di Eugenio, ringrazio di cuore l’intera comunità santagatese e tutti coloro che ci sono stati vicini e ci hanno manifestato solidarietà in questi giorni così drammatici, oltreché per la straordinaria partecipazione ai funerali", commenta il sindaco Bruno Mancuso, rientrato in città dopo la vacanza in Croazia. Anche lui si trovava a bordo del caicco insieme alla moglie, ad un'altra coppia, a Vinci, alla compagna ed ai due bambini.

(ITALPRESS).

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione