L’area Genovese perde pezzi. Nicoletta D’Angelo: i miei alleati sono i messinesi

13 Gennaio 2020 Politica

La frattura era nell’aria da un po’ ma la rotazione di capigruppo all’interno di Ora Messina e la querelle sul cambio di passo ha accelerato il percorso.L’area Genovese perde un pezzo in Aula, con la decisione di Nicoletta D’Angelo di salutare i colleghi e passare al gruppo misto.

La frattura

La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata la riunione che ha poi portato alla nomina del nuovo capogruppo, Giandomenico La Fauci, votata da lui e da Francesco Pagano in assenza della D’Angelo che ha ricoperto finora quel ruolo. I dissapori però si erano registrati negli ultimi tempi, soprattutto da quando, dopo un anno di sostanziale sostegno all’amministrazione, La Fauci e Pagano hanno cambiato idea. Non a caso De Luca, in occasione dell’aut aut sul cambio di passo ha detto chiaro e tondo che l’area genovesiana vuol tornare al voto “per mettere le mani di nuovo sulla città”, scatenando le contro mosse.

Non seguo ordini di scuderia

Nicoletta D’Angelo lascia quindi il gruppo Ora Messina non senza lanciare frecciate ai due colleghi: “Affrancandomi da chi, trinceratosi dietro vacui paroloni e altisonanti riferimenti, mal cela la propria insipienza umana e politica, mi limito a ricordare che i miei veri riferimenti ed i miei più preziosi alleati sono i messinesi. E’ grazie a loro che oggi procedo ancor più motivata, per perseguire quell’obiettivo iniziale che ha animato le mie scelte, vale a dire mettermi al servizio della mia città e concorrere a rendere Messina una città migliore, senza pregiudizi o pretestuosi ordini di scuderia”.

Il passaggio al gruppo misto

La consigliera spiega di voler continuare così come ha fatto finora, ovvero valutare le singole delibere in maniera laica, votando quelle che la convinceranno, emendando quelle che meritano di essere modificate. Passa quindi al gruppo misto, dal quale nelle prossime ore uscirà Sorbello che ha istituito il gruppo Ora Sicilia.

De Luca ha visione strategica

Nicoletta D’Angelo voterà quindi la piattaforma sul cambio di passo e su De Luca spiega: “al netto di alcune esternazioni esasperate ed esasperanti, di taluni comportamenti folkloristici, credo che nessuno possa metterne in discussione l’impegno, la preparazione e la visione strategica. Ha avuto un’ampia apertura di credito da parte dei cittadini che lo hanno scelto come Sindaco ed e’ giusto che lo faccia fino a completamento naturale del mandato. Dopo di che, com’è giusto che sia, saranno i cittadini a valutarne l’operato confermandolo o bocciandolo. Oggi, in tutta onestà, l’unico avversario di De luca e’ De Luca stesso”.

I fenomeni sui social….

L’ultima stoccata è sull’assenza di eventuali competitor del sindaco in caso di campagna elettorale a maggio, in entrambe le coalizioni: “Mi limito sommessamente a notare che, in questo ormai quasi biennio, tranne che mostrare i muscoli e fare i fenomeni sui social, nessuno si sia posto come alternativa a De luca o abbia proposto iniziative politiche significative ed in qualche modo alternative all’idea di città di questa amministrazione”.