La morte di Provvidenza Grassi, condannati 3 funzionari Cas

24 Gennaio 2020 Inchieste/Giudiziaria

Si chiude con tre condanne e otto assoluzioni il processo di primo grado che vede al centro la triste storia della povera commessa 27enne Provvidenza Grassi, morta tra il 9 e 10 luglio 2013 dopo un terribile volo in autostrada dalla galleria Bordonaro, e ritrovata soltanto il 23 gennaio del 2014 nella scarpata sottostante.

Mancava poco alla mezzanotte quando ieri il presidente della prima sezione penale del tribunale Letteria Silipigni ha letto la sentenza. Erano dodici gli imputati coinvolti, tra presidenti, commissari e funzionari del Cas, il Consorzio autostradale siciliano. Si trattava di Calogero Beringheli, ex commissario del Cas, Anna Rosa Corsello, ex commissario del Cas, così come Benedetto Dragotta, e poi dell’ex vice presidente ed ex commissario Nino Gazzara, e poi Letterio Frisone, Nino Minardo, Mario Pizzino, Gaspare Sceusa, Felice Siracusa, Maurizio Triniti, Patrizia Valenti e Matteo Zapparrata.

Le condanne per omicidio colposo riguardano Maurizio Trainiti e Letterio Frisone (un anno di reclusione) e Gaspare Sceusa (2 anni). Al solo Frisone è stata concessa la sospensione condizionale. Per Siracusa è stato dichiarato il “non doversi procedere”, mentre gli altri otto imputati  – Beringheli, Corsello, Dragotta, Gazzara, Minardo, Pizzino, Valenti e Zapparrata – sono stati assolti dall’accusa di omicidio colposo “per non aver commesso il fatto”, e dall’accusa di omissione di atti d’ufficio “perchè il fatto non sussiste” (da questa seconda imputazione, con la stessa formula, sono stati assolti anche Trainiti, Frisone e Sceusa). I giudici hanno tra l’altro accolto il risarcimento in sede civile per le varie parti civili tra i familiari della donna, a carico dei tre condannati e del Cas come responsabile civile. Ed hanno deciso anche una ‘provvisionale’ di centomila euro a testa per Giovanni Grassi e Maria Barrara Pilato.

 

Leggi anche

Morte Provvidenza Grassi, la Procura chiede tre condanne e nove assoluzioni

MESSINA: Provvidenza Grassi, a giudizio 12 persone. Le ipotesi di reato contestate dalla Procura sono omicidio colposo e per alcuni degli indagati rifiuto d’atti d’ufficio

IL DOCUMENTO – MESSINA, LA MORTE DI PROVVIDENZA GRASSI: ECCO LE IMMAGINI DI UNA MATTINATA DI CALCOLI E INDAGINI IN TANGENZIALE

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione