IL CONGRESSO NAZIONALE DELL’ORSA ELEGGE IL MESSINESE MARIANO MASSARO SEGRETARIO GENERALE

30 Gennaio 2020 Politica

Si è tenuto a Rimini, nei giorni 28 e 29 febbraio 2020, il congresso nazionale dell’ORSA, gli associati di tutti i
settori hanno eletto, per acclamazione, Mariano Massaro Segretario Generale della Confederazione
Nazionale, Autonoma e di Base. La Segreteria Confederale della Regione Sicilia esprime grande soddisfazione
per l’elezione di un proprio esponente ai vertici dell’Organizzazione. Massaro milita nell’ORSA dal 1996, il
primo incarico ufficiale lo ha ricoperto nel ruolo di addetto stampa del settore navigazione, successivamente
ha ottenuto la delega per la trattativa regionale. Nel 2014 è stato eletto segretario regionale della
confederazione siciliana, incarico che ha ricoperto fino al 2019. Le vertenze territoriali dell’ORSA con la guida
di Massaro segnano la storia di questo sindacato in Sicilia: la vertenza dei marittimi precari, l’occupazione
dell’ATM, la protesta degli addetti mensa del policlinico… fino ad arrivare alla grande manifestazione
denominata “ il ferribotte non si tocca” che nel 2015 ha contribuito alla difesa della continuità territoriale
ferroviaria, sono solo alcuni esempi dell’incessante attività del sindacato di base che si è distinto sul territorio
per la capacità di mobilitazione ma anche per la concretezza nelle trattative con le controparti. In seno
all’ORSA La Sicilia è stata la prima regione in grado di rappresentare tutti i settori del lavoro, realizzando di
fatto la prima confederazione sul territorio nazionale. Sull’esempio isolano sono nate realtà confederali
regionali a macchia di leopardo e nel congresso di Rimini i militanti dell’ORSA hanno scelto Mariano Massaro
per costruire la confederazione nazionale ORSA e dare la giusta collocazione a un’organizzazione che,
seppure giovane, ambisce ad essere reale alternativa del sindacalismo tradizionale. Dopo l’elezione, il neo
eletto segretario nazionale ha dichiarato: “ringrazio i lavoratori dell’ORSA per la fiducia che mi hanno
consegnato, l’incarico è oneroso, spero di non deluderli. Insieme ai compagi di viaggio eletti in segreteria
nazionale, Antonio Cambria e Antornio Corbo, del sempre presente Nino D’Orazio, e con la collaborazione
dei comparti nazionali e regionali, metteremo il massimo impegno per costruire una grande ORSA che
ambisce a superare i limiti del sindacato di settore e affermarsi come realtà confederale nel panorama
nazionale. Sul territorio siciliano passo il testimone ad elementi validissimi: Giuseppe Terranova,
Gianmarco Sposito, Marcello Puglisi, Francesca Fusco… che garantiranno un filo di continuità con l’azione
sindacale svolta fino ad oggi dall’ORSA. Resto a loro disposizione fino alla conclusione di importanti
vertenze in itinere, prime fra tutte il rilancio di ATM e la stabilizzazione dei precari del Consorzio Autostrade
Siciliane”.