Coronavirus, buoni spesa a Castanea per chi è in difficoltà

4 Aprile 2020 Cronaca di Messina

Da un paio di giorni, a Castanea chi è in difficoltà a livello economico può usufruire di una serie di buoni lasciati presso supermercati e panifici del villaggio. Si tratta dell’iniziativa ideata dal Movimento Nuova Castanea per aiutare le famiglie bisognose che vanno a fare la spesa ma che si trovano in una situazione difficile a causa dell’emergenza Coronavirus che il Paese, ma anche il mondo interno, sta affrontando. “Chi può mette, chi non può prende” è lo slogan lanciato dal movimento, attivo sul territorio ormai da qualche mese e che ha come obiettivo di risollevare il villaggio collinare. Infatti, lo scopo dell’iniziativa è sì di aiutare le famiglie in difficoltà, ma anche di coinvolgere quelle più fortunate che per il momento possono aiutare. E così è stato: dopo la prima serie di buoni, finanziati dal fondo cassa del gruppo, la gente ha donato anche qualcosa e si è riusciti a raggiungere 100 euro in pochi giorni, che equivalgono ad altri 10 buoni.

Come si usufruisce dello sconto? Basta recarsi nei punti vendita convenzionati (attualmente i supermercati Punto Simply e Arena, insieme ai panifici Patrizia Oliva e Giovanni Oliva) e richiedere il buono alla cassa. Per fare una donazione, invece, basta inserire i soldi all’interno di una cassetta, sempre al momento di pagare. “Vista l’estrema delicatezza della situazione che stiamo vivendo abbiamo deciso di portare avanti un’iniziativa di beneficenza come Movimento Nuova Castanea – afferma il presidente dell’associazione, Ninni Caprì – Invitiamo chiunque abbia bisogno ad utilizzare i buoni e, allo stesso modo, se siete a conoscenza di persone che stanno andando in contro a tali difficoltà economiche, vi preghiamo di usufruire dei buoni facendo recapitare la spesa a casa al destinatario”. “La nostra iniziativa di solidarietà è un focolaio che non vogliamo far spegnere e per questo abbiamo dato la possibilità a chiunque di essere coinvolto, lasciando un’offerta che, sommata alle altre, può essere d’aiuto a chi ha più bisogno di noi – conclude il coordinatore del Movimento Nuova Castanea – E’ una prova di fiducia, ma siamo un paese, una famiglia, e in quanto tale non possiamo, nessuno di noi, tacere davanti a chi chiede aiuto, anche se in silenzio”.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione