Messina: Commemorato alla ‘Calipari’ il poliziotto Pasquale Apicella, ucciso a Napoli da alcuni rapinatori

8 Maggio 2020 Cronaca di Messina

[embed]https://youtu.be/BxS1ZUzadXw[/embed]

Lunedì 27 aprile nella città di Napoli mentre tentava di bloccare la fuga dei rapinatori che avevano appena tentato un colpo in banca, è deceduto nell’adempimento del dovere, l ‘agente scelto Pasquale Apicella. Il Segretario Provinciale SAP Giorgio Guglielmo, nel fermo intendimento di voler onorare la memoria del Collega scomparso, in contemporanea con lo svolgimento dei funerali di Stato, oggi venerdì 8 maggio alle ore 11.30, insieme ad una piccola delegazione della Segreteria provinciale del SAP di Messina, nel rispetto delle attuali misure di distanziamento sociale, si è recato presso la lapide del monumento ai caduti posta all’interno della Caserma della Polizia di Stato “Nicola Calipari”, per depositare un omaggio floreale alla memoria di Pasquale Apicella, durante la cerimonia il Cappellano della Polizia di Stato Giovanni Ferrari ha dato la Benedizione e recitato una Preghiera ed è stato effettuato un minuto di silenzio. “Purtroppo piangiamo un altro collega che ha sacrificato la propria vita per servire il Paese e per difendere la legalità. Un sacrificio che ci auguriamo non resti vano e che merita di essere adeguatamente ricordato. Per questo motivo contemporaneamente alla nostra Segreteria SAP, tutte le Segreterie SAP d’Italia hanno effettuato una cerimonia commemorativa. Pasquale lascia moglie e due figli piccoli a cui il SAP si stringe con calore ed affetto.”  queste le parole del segretario SAP di Messina al termine della cerimonia.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione