L’assessorato siciliano ai Beni culturali alla Lega, M5S e Articolo Uno: “E’ una vergogna”

13 Maggio 2020 Politica

“I beni culturali e soprattutto l’identità siciliana passano nelle mani della Lega di Salvini? Musumeci non poteva trovare peggiore maniera di oltraggiare la storia, l’orgoglio e le aspettative politiche dei siciliani”. Sono queste le parole del capogruppo del Movimento 5 Stelle all’Ars, Giorgio Pasqua, nel commentare l’ingresso della Lega nel governo regionale, circostanza che ha suscitato polemiche su più fronti: Pippo Zappulla, Segretario Regionale di Articolo Uno ha dichiarato come “la Lega in giunta siciliana rappresenta già una offesa e un paradosso  ma l’Assessorato ai Beni Culturali è proprio una provocazione alla dignità dei siciliani”.

“C’è voluto più di un anno – prosegue il capogruppo del M5S- per trovare un nuovo titolare per i Beni culturali dopo la scomparsa di Tusa. A prescindere dal nome che si sceglierà, il partito è certamente il meno adatto cui affidare le chiavi dell’ineguagliabile patrimonio culturale e artistico siciliano. In un momento in cui i siciliani guardano al governo Musumeci con ansia e trepidazione, in attesa di risposte che diano ristoro a tante categorie in ginocchio, l’esecutivo replica nel peggiore dei modi possibili. Questa operazione merita solo un commento: è una vergogna”, conclude Pasqua.

“Dopo gli insulti delle settimane scorse che i meridionali e siciliani hanno subito di essere ‘inferiori’, Musumeci riesce addirittura  ad essere felice per avere consegnato la storia e il patrimonio più bello della Sicilia alla Lega, infliggendo a tutti i siciliani una ferita di cui portare vergogna – scrive, invece, Zappulla di Articolo Uno – La giunta siciliana degli annunzi, delle finanziarie farsa, dell’assenza di ogni  progetto di crescita e di sviluppo dell’economia e del lavoro, del fallimento economico ora “diventerà bellissima”  pure del decadimento etico”.

“I siciliani  – conclude Zappulla – stiano sicuri anche i nostrani salviniani, sapranno resistere  anche a questa oscenità politica e progettuale, e alle provocazioni di Musumeci reagiranno organizzando una seria alternativa al sempre più imbarazzante centrodestra regionale”.

"In Assemblea regionale il gruppo della Lega è costituito da tre parlamentari, ne ha perso uno (Giovanni Bulla transitato all’Udc) due giorni fa. Il Carroccio ha sostenuto fin dall’inizio Musumeci, eleggendo all’Ars un deputato.

“È stata un’intensa giornata di lavoro – ha commentato il Givernatore Nello Musumeci alle fine del vertice di maggioranza – conclusasi con la disponibilità della Lega, a entrare in giunta, su mia richiesta: ne sono felice perché mi é stata vicina fin dalla mia candidatura. Sono certo che, adesso, il centrodestra al completo saprà dare ulteriore impulso alle grandi riforme, in un rapporto sempre più sinergico tra governo e Assemblea regionale, comprese le forze dell’opposizione che vorranno essere propositive”.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione