Falcone: trasportano medicinali salvavita senza rispettare i requisiti di conservazione. Denunciate tre persone dai Carabinieri

9 Luglio 2020 Cronaca di Messina

Nei giorni scorsi, nell’ambito di un servizio di controllo del territorio, i Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Barcellona Pozzo di Gotto (ME) hanno denunciato all’A.G. tre persone ritenute responsabili di commercio di medicinali guasti.

 

Nel corso di servizi di controllo del territorio effettuati nei pressi dello svincolo autostradale di Falcone (ME), i Carabinieri hanno controllato un’autovettura ferma, con a bordo un uomo. Durante il controllo i militari hanno notato che il conducente custodiva nel veicolo alcuni sacchetti termici con all’interno farmaci salvavita – soggetti ad un protocollo di trasporto a temperatura controllata – in condizioni di promiscuità con altri farmaci e senza un idoneo sistema di refrigerazione. Per le necessarie verifiche i Carabinier hanno richiesto anche l’intervento di personale specializzato dell’ASP di Messina, che ha riscontrato come le condizioni di custodia e trasporto dei medicinali fossero irregolari.  

 

Pertanto, all’esito dell’attività ispettiva i Carabinieri hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Barcellona Pozzo di Gotto per il reato di commercio di medicinali guasti il conducente del veicolo, il responsabile della ditta di trasporto ed il responsabile dell’azienda proprietaria dei farmaci.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione