Messinaservizi Bene Comune si aggiudica all’ asta per 700mila euro l’intero patrimonio di Messinambiente

25 Luglio 2020 Politica

Oggi, venerdì 24 Luglio, la Messinaservizi Bene Comune ha partecipato all’asta promossa dalla Curatela Fallimentare della Società Messinambiente S.p.A. con la quale è stato messo in vendita, in lotto unico, l’intero compendio mobiliare della ex società di gestione dei rifiuti.
La MSBC si è aggiudicata l’asta con un’offerta di €. 700.000,00 e contestualmente ha già versato una caparra del 10% dell’offerta alla Curatela rappresentata dall’Avv. Mazzei del Foro di Messina.
Si tratta dell’acquisizione di oltre 250 mezzi, attrezzature varie, contenitori scarrabili, sistemi di pesatura, box prefabbricati e cassonetti e contenitori per la raccolta Rsu e Rd.

“La MSBC – si legge in una nota – è molto soddisfatta dell’acquisizione per l’economicità dell’operazione che è stata inferiore di ben €. 791.876,00 rispetto alla somma prevista dal contratto di usufrutto sottoscritto dalla precedente amministrazione della Società in data 26.02.2018, poi decaduto, per effetto del fallimento della Società Messinambiente S.p.A. Inoltre sono molteplici le possibilità che si prospettano riguardo l’utilizzo del compendio appena acquisito, sia per quello che riguarda i mezzi e le attrezzature già in uso sia per quelle che possono essere riadattate alla nuova organizzazione dei servizi. Inoltre si potrebbe prospettare una alienazione di quelle immobilizzazioni che non sono più compatibili con il nuovo sistema di raccolta porta a porta con ulteriori vantaggi finanziari”.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione