Promontorio Nord, al via la IV edizione

12 Agosto 2020 Culture

Anche quest’anno, nello splendido scenario della Tenuta Rasocolmo, si terrà la rassegna
“Promontorio Nord”, ideata e diretta da Roberto Zorn Bonaventura. Giunta alla quarta edizione,
sul palco nel boschetto a picco sul mare, si alterneranno artisti che propo r ranno i loro spettacoli al
tramonto senza l’ausilio di luci o impianti di amplificazione. Una scelta “ecologica” che è stata
sempre molto apprezzata dal pubblico e dagli artisti, per la possibilità unica di vedere lo spettacolo
in modo intimo e naturale. Alla fine di ogni performance lo spettatore avrà la possibilità di
degustare i prodotti tipici accompagnati dai vini della Tenuta Rasocolmo.
Quest’anno la direzione artistica ha voluto coinvolgere artisti del territorio che stanno
confermando le proprie capacità in ambito nazionale, come Simone Corso, che proporrà un lavoro
nato e cresciuto sui Nebrodi, nel comune di Novara di Sicilia. Una serata completa in cui il
drammaturgo di Patti presenterà anche il libro nato da questa esperienza e la mostra fotografica
legata al progetto.
La rassegna prevede anche la presenza di artisti giovani emergenti come Davide Colnaghi che,
insieme ad Anna Mazzeo, alla maniera dei cantastorie, propone un interessantissimo lavoro su un
periodo particolare della vita del grande cantautore Fabrizio De Andrè .
Per finire un importante e apprezzato ospite come Maurizio Marchetti che ci porterà, con le
musiche di Dino Lopardo, la voce di Faisal Taher e l’interpretazione di Sabrina Marchetti, in un
viaggio denso di Strane Storie.
Evento particolare e speciale della rassegna, il ritorno del regista e autore Giovanni Gionni
Boncoddo che, con Daniela Conti e Enzo Cambria, ci proporrà una lettura teatrale al tramonto del
suo Born in Spadafora

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione