Mega yatch “Ss Delphine” sosta a Messina

3 Settembre 2020 Cronaca di Messina

Uno dei più antichi e lussuosi mega yacht del mondo ha effettuato una sosta nei giorni scorsi nel porto di Messina. Si tratta della "SS Delphine", realizzata nel 1921 per il proprietario della famosa casa automobilistica "Dodge", che ha scelto il porto peloritano per svolgere alcune operazioni tecniche, prima di riprendere il viaggio con la sua clientela d'élite.
La splendida imbarcazione a vapore, dalla lunghezza totale di 79 metri e larghezza massima di 11 per 1342 tonnellate stazza lorda, ha ospitato famosi protagonisti del jet set internazionale importanti personaggi storici come Winston Churchill e Franklin Roosevelt, che sul "SS Delphine" sembra si siano incontrati per preparare la Conferenza di Yalta nel 1945.
Il Presidente dell'Autorità di sistema Portuale dello Stretto, Mario Mega, ha espresso soddisfazione per la presenza della "SS Delphine" a Messina che segue altri mega yacht già attraccati sulle banchine di riva in città. "E' la conferma" dice "dell'appeal che i Porti dello Stretto esercitano sia per la propria posizione geografica strategica, centrale nel Mediterraneo, ma soprattutto per l'efficienza e la professionalità che i nostri operatori assicurano".

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione