Anpit al Nations Award: “La Sicilia Green è strategica nel Mediterraneo”

19 Settembre 2020 Cronaca di Messina

​A Taormina l’Associazione Nazionale per l’industria e terziario ha acceso i riflettori sull’importanza della green economy per la ripartenza.

La sostenibilità è legata a doppio filo alla capacità​ di rimettere le aziende con una forte vocazione di carattere territoriale al centro del tessuto economico. Aziende localizzate e capaci di promuovere modelli virtuosi di partecipazione e valorizzazione dei dipendenti, sono lo strumento migliore per immaginare una crescita sostenibile e saranno anche la base per un nuovo paradigma economico capace di condurci oltre la crisi ed il declino di questi anni” E’ quanto ha dichiarato il presidente nazionale Anpit (Associazione industrie e terziario) Federico Iadicicco intervenendo al dibattito su Valorizzazione del territorio tra sviluppo e sostenibilità nell’ambito del Nations Award 2020, a Taormina.​ Il tema affrontato dalla kermesse internazionale ha visto protagonista l’Anpit Sicilia, che vuol essere al fianco delle imprese siciliane nella mission di una riconversione green che sia volano di sviluppo.

Mai come in questo momento dobbiamo trasformare le difficoltà in opportunità di cambiamento e mai come adesso la Sicilia può diventare esempio di capacità innovative. Gli obiettivi dell’European Green Deal e le opportunità del Recovery Fund rappresentano per le imprese siciliane la strada da intraprendere per innescare meccanismi di sviluppo– ha dichiarato Lidia Dimasi, presidente Anpit Sicilia– Il Covid 19 è stato un acceleratore della Storia e ci ha posto una grande sfida: la ripartenza non può prescindere da un piano strategico che abbia come baricentro la tutela dell’ambiente, l’economia rigenerativa e circolareLa Sicilia ha una posizione strategica importante e puntare sulla green economy potrebbe veramente trasformare l’ isola ​ in un ponte tra i Paesi dell’Africa, i Paesi che si affacciano nel Mediterraneo e l’Europa del New Green Deal”. ​

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione