Messina, istituiti stalli di sosta e divieti: ecco le strade interessate

30 Settembre 2020 Cronaca di Messina

Sono stati istituiti a Messina stalli di sosta longitudinali in adiacenza al marciapiede lato est della carreggiata est di via U. Bonino, tra la sede della “Gazzetta del Sud” e la scuola dell’infanzia dell’Istituto Comprensivo “G. Leopardi”, ed in adiacenza al marciapiede lato ovest della carreggiata ovest di via U. Bonino, tra via A. Siligato e 60 metri a nord dell’intersezione con viale Gazzi, realizzando un’unica corsia di marcia nei rispettivi tratti di strada.

Istituiti inoltre 2 stalli di sosta per i veicoli a servizio di persone disabili sul lato est della carreggiata est di via U. Bonino, in prossimità dell’accesso della scuola dell’infanzia dell’Istituto Comprensivo “G. Leopardi” ed uno, sempre per i veicoli a servizio di persone disabili, sul lato ovest della carreggiata ovest di via U. Bonino a sud dell’intersezione con via Oreto. La realizzazione degli spazi di sosta è stata disposta in considerazione della presenza di numerose attività commerciali, di scuole, dell’alta densità abitativa della zona, della cronica carenza di stalli per la sosta veicolare e della continua presenza di veicoli in sosta lungo tutta la strada, che occupando anche gli adiacenti marciapiedi, creano intralcio e pericolo per la regolare circolazione pedonale.

Al fine di migliorare la visibilità per i conducenti dei mezzi di soccorso in uscita dalla sede del Comando dei Vigili del Fuoco, è stato disposto il divieto di sosta 0-24 sul lato sud di via Salandra, tra le vie Napoli e Reggio Calabria.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione