ECCO L’ORDINANZA DEL PRESIDENTE MUSUMECI: Sospensione delle lezioni, riduzione dei posti nei mezzi pubblici e “divieto di circolazione con ogni mezzo dalle ore 23 alle 5 del giorno successivo

24 Ottobre 2020 Inchieste/Giudiziaria

Leggi qui

Ordinanza contingibile e urgente n. 51 del 24-10-2020

Sospensione delle lezioni, riduzione dei posti nei mezzi pubblici e "divieto di circolazione con ogni mezzo dalle ore 23 alle 5 del giorno successivo". Con una nota, il presidente della Regione Nello Musumeci annuncia di aver preparato la nuova ordinanza, condivisa con il ministro della Salute Roberto Speranza, con le restrizioni per contenere la crescita del Covid-19 nell'Isola.

Come consigliato dal Comitato tecnico scientifico regionale, il governatore sospenderà le lezioni in presenza nelle scuole superiori con il contestuale avvio della didattica a distanza. Gli esperti proponevano per tre settimane. E in più "il dimezzamento dell'utilizzo dei posti passeggeri nei mezzi trasporti pubblico urbano ed extraurbano, ferroviario e marittimo e il divieto di circolazione con ogni mezzo dalle ore 23 alle 5 del giorno successivo".

Il confronto tra Cts e Musumeci va avanti da due giorni. "Va specificato - continua la nota - che attualmente in Sicilia non si registrano criticità analoghe a quelle di altri territori del Paese, ma, come rilevano gli stessi esperti, è necessaria una azione di contenimento per evitare situazioni d'allarme nelle prossime settimane".

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione