Nasce il gruppo “Rispetto X Messina”. Ecco chi ne fa parte

24 Ottobre 2020 Politica

Dopo due anni di silenzio, praticamente all’indomani dell’elezione a sindaco di Cateno De Luca a fine giugno del 2018, torna a farsi sentire la “società civile”, con la creazione del gruppo “RispettoMessina”, nato “dalla volontà di alcuni cittadini e cittadine che condividono l’analisi sulle condizioni precarie della nostra città che abbisogna di quegli interventi strutturali per poter passare dalla lunga fase della “gestione” a quella del “governo”della cosa pubblica”, si legge nella nota di presentazione del gruppo.

“In tale contesto si opererà, come gruppo, all’insegna di quel “civismo politico” che si va affermando in tante realtà urbane, creando raccordi e sinergie con quelle realtà associative e con quei soggetti politici che intendono individuare e portare avanti un progetto di “città sostenibile” ed una comune piattaforma per il futuro della Città di Messina e dell’Area Metropolitana” – continua il comunicato – Partendo dal presupposto che un’ “area vasta” possa avere una seria prospettiva di sviluppo solo in un contesto di di relazioni ed interrelazioni, e non perseguendo una autorerenzialita’ improduttiva che può condurre all’isolamento ed alla emarginazione”, conclude il “manifesto”.

Il gruppo si era presentato un mese fa denunciando “assoluta insufficienza della attuale gestione politica-amministrativa della città di Messina e della città metropolitana”, e “degrado in termini morali, etici, culturali e sociali dell’humus cittadino”, e puntando il dito verso la sonora bocciatura delle amministrazioni comunale e provinciale guidate da Cateno De Luca. Nella stesura del manifesto programmatico, però, non se ne fa menzione.

Attualmente fanno parte del gruppo:
Michele Amato
Giovanbattista Arrigo
Guido Bellinghieri
Sergio Bertolami
Michele Bisignano
Salvatore Brigandi’
Daniela Caccamo
Giovanni Calabrò
Fulvio Capria
Franco Cavallaro
Renato Coletta
Emanuele Costa
Michela De Domenico
Domenico De Pasquale
Vincenzo Ficarra
Serena Guzzone
Pietro Impellizzeri
Giovanni Lazzari
Giuseppe Losi
Antonino Mantineo
Palmira Mancuso
Francesco Mangano
Domenico Mazza
Gianni Miasi
Franco Micalizzi
Roberto Pintaldi
Francesco Palano Quero
Luca Raffaele
Carmelo Romeo
Lillo Russo
Nino Samiani
Angelo Savasta
Gabriele Siracusano
Saro Terranova
Sergio Todesco
Ivan Tornesi
Stefano Trifirò

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione