Barcellona PG: Attività di compravendita abusiva di auto. La Polizia eleva sanzioni per oltre 11.000,00 euro

13 Novembre 2020 Cronaca di Messina

Specifici controlli amministrativi ad aziende di compravendita auto usate sono stati effettuati dal Distaccamento di Polizia Stradale di Barcellona P.G. nei giorni scorsi.

Nel corso dei suddetti controlli, i poliziotti constatavano che il titolare di una ditta munita di licenza di solo acquisto e vendita on-line di auto e moto, esercitava la vendita dei veicoli abusivamente. L’attività sita nel centro di Barcellona Pozzo di Gotto che avrebbe dovuto essere esercitata on line era, invece, dotata di insegne e di piazzale espositivo ove stazionavano circa 30 mezzi, con annessi i locali, realizzati con una struttura prefabbricata, dove veniva esercitata la vendita.

Inoltre, la sede legale della società è risultata censita in luogo diverso da quanto rilevato e da quanto risultante agli atti.

Il Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza e le normative correlate all’attività di commercio prevedono che chi effettua rivendita di auto debba munirsi di licenza, debba dare comunicazione del luogo ove viene effettuata e tenere un registro nonché altri adempimenti che, all’atto del controllo, non venivano rispettati.

Al termine del controllo e dei successivi accertamenti, sono state elevate sanzioni amministrative per più di 11.000 euro.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione