27 Dicembre 2020 Sport e Spettacolo

Torregrotta piange “Natt” Calderone

Ha suscito profondo dolore la scomparsa di Nato Calderone, apprezzato cantante di Torregrotta. A soli 49 anni e dopo un evento ischemico che lo aveva colpito e dal quale si era pian piano ripreso, il suo cuore ha smesso di battere.

Per “Natt” ogni senso della vita era connesso alla musica. Sin da giovane ha portato sul palcoscenico la sua voce unita ad una coinvolgente grinta e simpatia, catturando dalle sue prime esibizioni un vasto pubblico, che lo ha sempre seguito. Ha anche partecipato a diverse trasmissioni televisive come il Karaoke condotto da Rosario Fiorello e Sarabanda di Enrico Papi. Con la scomparsa di Nato Calderone si fa ancora più profonda la ferita che si è aperta quest’anno nell’intero hinterland.

Il cantante conosceva anche Viviana Parisi, la giovane donna coinvolta insieme al suo piccolo Gioele nel drammatico caso di Caronia. “Express Viviana” e “Natt” hanno collaborato e inciso diverse composizioni musicali, e insieme sono stati protagonisti del mondo dell’hardstyle locale.

I parenti, gli amici e i conoscenti, così come anche i sindaci dalla zona tirrenica, si sono uniti al dolore della famiglia di Nato, dedicando al noto artista messaggi di vicinanza. Nato lascia un vuoto incolmabile nel cuore della moglie Luisa, dei parenti e di tutti coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerlo.

L’ultimo saluto gli sarà dedicato lunedì nella chiesa San Paolino Vescovo di Torregrotta alle ore 9:30. «Il canto della tua voce ha rallegrato tantissime persone che ti volevano bene e ti ricorderanno sempre. Hai cantato tutta la vita fino alla fine, oggi te ne sei andato in silenzio e anche il cielo piange. Ora continua a cantare con gli angeli», scrive un’amica su Facebook.