29 Dicembre 2020 Sport e Spettacolo

Contributi ai Teatri siciliani, Messina dimenticata

L’assessore regionale del Turismo, Sport e Spettacolo, Manlio Messina, ha firmato il decreto che assegna contributi a teatri pubblici e privati siciliani che hanno subìto gli effetti collaterali della pandemia, con drastiche riduzioni di attività e incassi. L’avviso pubblicato era stato pubblicato lo scorso 3 dicembre.
Sono un centinaio i soggetti beneficiari, ammessi alla fase della verifica documentale. Disponibili 4 milioni e 870 mila euro per sopperire alle spese di gestione delle strutture culturali, con sede in Sicilia e che hanno subito la crisi dovuta all’emergenza sanitaria. Sono stati ammessi a partecipare le imprese operanti nel settore teatrale in qualsiasi forma giuridica costituite, sono soprattutto teatri comunali e teatri privati, legati ad associazioni e fondazioni. Tra gli ammessi dei teatri comunali: Teatro Impero di Marsala 97.168 euro; Teatro Selinus di Castevetrano 50.494; Teatro Garibaldi di Avola 36.952; Sala Vittorio De Seta dei cantieri Culturali alla Zisa di Palermo 80.392; Teatro Garibaldi di Enna 51.491; Teatro Auditorium Augusta 48.169; Auditorium Attilio Del Buono di Rosolini 66.938;Teatro Sociale di Canicattì € 49.830.
Tra gli ammessi dei privati: Quintarte Srl Golden Palermo 85707 euro; Cine Teatro Istituto Don Bosco Ranchibile Palermo 82.053: Associazione cult. ZO Centro culturale contemporaneo Catania 70.592; Multisala Teatro Palazzo MoncadaCaltanissetta 76.572; Soc.Coop. Avia Teatro Jolly Palermo 60.792; Teatro Al Massimo Scrl Palermo 72.502; Multicompany Srl Catania 48.169; Cine Teatro Politeama Moderno Pachino 49.996; Fondazione Teatro Tina Di Lorenzo Noto 49.830; Teatro Vito Zappalà Palermo 79.728; Circolo Anspi Don Orione Teatro Orione Palermo 52.819; G&G Cine Teatro Golden Hill Vittoria 74.745; Teatro Politeama Caltagirone 82.883; Cine Teatro Sant’Anna Caltagirone 82.883.