15 Gennaio 2021 Cronaca di Messina e Provincia

Coronavirus a Messina, vertice in Prefettura: restano alte le tensioni tra Comune e Asp

Un vertice alla presenza del commissario per l’emergenza covid, Maria Grazia Furnari, del capo di gabinetto vicario dell’assessorato regionale alla salute, Ferdinando Croce, e dell’amministrazione comunale rappresentata dall’assessora Dafne Musolino. Il prefetto, la dottoressa Maria Carmela Librizzi, ha voluto fare il punto sulla delicata situazione a Messina, su dati e cifre della pandemia, sull’attuazione dell’ordinanza di istituzione della zona rossa decretata nei giorni scorsi dal Presidente della regione.

Un incontro definito da Palazzo del Governo molto proficuo, per gli impegni assunti dalla commissaria covid, per il clima di collaborazione offerto anche dal comune, nella consapevolezza, come ha dichiarato il Prefetto, che in questo momento, al di là delle divergenze e delle polemiche, c’è comunque una battaglia da combattere tutti insieme sul fronte della guerra al Covid-19.

Le tensioni tra Asp e Comune, anche dopo il vertice in prefettura, però, restano altissime. Il sindaco De Luca torna sul tema dello smaltimento dei rifiuti speciali nelle abitazioni dei soggetti positivi al covid.

“Ancora Messina Servizi non ha preso in carico il sistema di raccolta dei rifiuti degli utenti positivi Covid- afferma il sindaco – perché l’asp non ha predisposto il relativo contratto per come da noi più volte richiesto. Se non sarà sottoscritto un regolare contratto con l’approvazione degli organi competenti comunali e dell’ASP noi non inizieremo alcun servizio ma denuncerò all’autorità giudiziaria tutti i soggetti che continueranno a non garantire il servizio per come ormai dai noi riscontrato da quasi due mesi e denunciato per ben due volte all’autorità giudiziaria. Se non spariscono immediatamente queste risposte false fornite agli utenti – continua De Luca – vuol dire che, nonostante il nuovo commissario COVID, non si intende cambiare passo. Sto facendo convocare l’ennesimo tavolo tecnico con Asp ed il commissario Covid per oggi pomeriggio sperando che, nel frattempo, arrivi questa bozza di contratto per poter cancellare questa ulteriore vergogna dei rifiuti abbandonati presso le famiglie affette da Covid che il buon direttore generale La Paglia ha riservato alla nostra comunità. Invito infine – conclude il sindaco – la dottoressa Marzia Furnari a curare per bene la comunicazione del suo staff”.