Messina, condanne definitive. In carcere il commerciante Franco Molonia

14 Febbraio 2021 Inchieste/Giudiziaria

Danneggiamento, violenza privata, violazione di sigilli e abusivismo edilizio in spregio delle norme paesaggistiche. Una sfilza di reati che costano adesso al commerciante messinese Franco Molonia, 76 anni, tra gli storici organizzatori della "Vara”, la reclusione in carcere. I carabinieri della Stazione Messina Principale lo hanno arrestato e accompagnato nel penitenziario di Gazzi, in quanto deve espiare una pena complessiva di 4 anni e 6 mesi, relativa e un cumulo di condanne divenute “finali”.

Quella più nota all’opinione pubblica riguarda le minacce ai ragazzi di Addiopizzo durante il volantinaggio del 2012, il giorno prima del Ferragosto. Era stata la Cassazione, lo scorso aprile, ad apporre l’ultimo sigillo giudiziario, dichiarando inammissibile il ricorso presentato dal suo legale, l’avvocato Giovanbattista Freni. Resa quindi definitiva la condanna a un anno di reclusione per violenza privata e danneggiamento, decisa dalla Corte d’appello nell’ottobre 2017.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione