19 Marzo 2021 Sport e Spettacolo

L’associazione Athena: «Dalla Regione cinquecento euro agli studenti siciliani fuorisede che studiano nell’Isola»

Cinquecento euro a tutti gli studenti siciliani fuorisede che studiano in Sicilia e il cui Isee è inferiore alla fascia massima della propria Università. Si tratta dell’ultimo provvedimento emanato dalla Regione Siciliana a tutela degli universitari dell’Isola, su proposta dell’Associazione universitaria di Messina “Athena”, il cui presidente, Fabio Bertolami, aveva richiesto maggiori aiuti economici per i fuorisede non rientranti in un precedente bando della Regione. A darne notizia è la stessa associazione, in una nota.

«È stata una battaglia portata intrapresa e portata avanti dalla nostra associazione, coadiuvati dalle associazioni universitarie ‘Siamo futuro Catania’ e ‘Yousu Ragusa’. Non con le chiacchiere o le urla al megafono, ma con la diplomazia, con i fatti e con la sinergia istituzionale che abbiamo cercato e ottenuto”, commenta Bertolami.

«Molti studenti – prosegue – non alloggiano nelle case dello studente, ma per cercare di gravare il meno possibile sulla propria famiglia scelgono di affittare un appartamento e di viverci durante il periodo universitario. Anche loro meritano un aiuto da parte della Regione Siciliana, che deve fare di tutto per incoraggiare i siciliani a rimanere in Sicilia e incentivarli agli studi universitari. È questo l’obiettivo che ci siamo posti e che abbiamo fatto presente all’assessorato regionale, e per fortuna siamo stati ascoltati».

“La misura – aggiunge il presidente di Athena – rappresenta anche una forma di sostegno economico per fronteggiare l’emergenza economica causata dalla pandemia da Coronavirus: è un dato di fatto che molte famiglie sono state colpite dalla crisi, ma nonostante questo hanno continuato, con i dovuti sacrifici, a mantenere gli studi ai propri figli. Se è il caso anche pagando una casa in cui non ci abitavano»

L’agevolazione – si legge nella nota – consiste in un contributo straordinario “una tantum”, nella misura forfettaria di 500 euro. Ai fini del riconoscimento del contributo, però, il valore Isee dovrà risultare inferiore al valore della massima fascia di reddito dell’università frequentata. Rientranti nel bando sono tutti gli studenti siciliani iscritti a corsi per il conseguimento di laurea, laurea magistrale o a ciclo unico, master universitari e dottorati di ricerca presso università ed AFAM con sede in Sicilia, iscritti nell’anno accademico 2019/20 fino al 1° anno fuori corso per i corsi di laurea e i laureandi nella sessione straordinaria anno accademico 2018/19 fino al 1° anno fuori corso per i corsi di laurea.

Come richiedere il contributo? I benefici sono erogati per tramite degli enti regionali per il diritto allo studio (Ersu) fino a concorrenza delle risorse disponibili, pari a 5 milioni di euro. Il soggetto proponente dovrà compilare e trasmettere la seguente documentazione: domanda di partecipazione; copia leggibile di un documento di riconoscimento in corso di validità; modello ISEE (Indicatore Situazione Economica Equivalente – valido per prestazioni per il Diritto Studio Universitario) in corso di validità e/o presentate al momento dell’iscrizione A.A. 2019/2020 e prive di annotazioni relative a omissioni/difformità rilevate dall’Agenzia delle Entrate; contratto di locazione regolarmente registrato alla data del 28/02/2020 (anche per un periodo inferiore ai 10 mesi ma non inferiore ai 4 mesi).

La documentazione va inserita sul portale dell’Ersu secondo la procedura informatica definita dall’Avviso regionale, disponibile a partire dalle 9:00 del 7 aprile 2021 e fino alle 14:00 del 30 aprile 2021.

Di seguito tutti i passaggi:

  • accedere all’applicazione internet resa disponibile nella pagina personale dei servizi “ersuonline” del portale studenti ERSUSICILIANI raggiungibile dal sito istituzionale www.ersusiciliani.it;
  • compilare i campi obbligatori del form;
  • confermare i dati inseriti;
  • premere il pulsante “Valida richiesta”, generare OTP e attendere SMS con codice per la validazione degli stessi (ATTENZIONE: il codice OTP sarà inviato al numero di cellulare indicato in fase di registrazione al portale studenti);
  • validare i dati inseriti nella richiesta benefici inserendo nell’apposito campo (entro 60 minuti dalla ricezione) il codice OTP ricevuto via SMS (ATTENZIONE: l’OTP inutilizzato entro 60 minuti non sarà più valido e sarà necessario generarne altro).

La concessione del contributo dovrà poi essere regolarizzata caricando, nella sezione “Fascicolo” presente nella pagina personale del portale dei servizi “ersuonline”, la seguente documentazione aggiuntiva:

  • copia fronte/retro del documento d’identità;
  • copia del contratto di locazione regolarmente registrato alla data del 28/02/2020;
  • copia documentazione attestante la situazione reddituale/patrimoniale solo per ISEE parificato;
  • altro (specificare).

Infine, i richiedenti dovranno eseguire la seguente procedura entro e non oltre le 14:00 dell’8 maggio 2021:

  • accedere all’applicazione internet resa disponibile nella pagina personale dei servizi “ersuonline” del portale studenti;
  • selezionare la voce “concessione del contributo straordinario “una tantum” nella misura forfettaria di € 500,00”;
  • scannerizzare i documenti sopra elencati in un unico file pdf della dimensione massima di 5MB;
  • caricare (upload) il suddetto file pdf.

Ogni studente che ha fatto richiesta riceverà, tramite posta elettronica, entro 24 ore dalla data di effettivo caricamento della documentazione, la ricevuta di avvenuta protocollazione. La domanda già inoltrata entro i termini potrà essere annullata ripetendo tutta la procedura. L’ultima istanza sarà quella ritenuta valida ai fini dell’ammissione alla fase di istruttoria. Ci sarà comunque l’assistenza tecnica e le risposte ai quesiti inviati per e-mail saranno garantite fino alle 13:00 del 30 aprile 2021. Le domande inoltrate con mezzi diversi dalla procedura online appositamente predisposta e sopra descritta saranno escluse. Sarà formulata un’unica graduatoria, elaborata in ordine crescente del valore ISEE dichiarato. A parità di requisiti economici l’età minore costituisce titolo preferenziale. Il contributo economico sarà attribuito agli aventi diritto fino alla concorrenza dello stanziamento assegnato e prioritariamente a tutti i richiedenti con disabilità in condizioni di gravità o con invalidità non inferiore al 66%. La graduatoria sarà pubblicata entro il 30 maggio 2021 sull’Albo online degli EE.RR.SS.UU. della Regione Siciliana e sul sito istituzionale dell’Assessorato regionale dell’Istruzione e della Formazione Professionale – Dipartimento regionale dell’Istruzione, dell’Università e del diritto allo Studio. A seguito della pubblicazione della graduatoria degli ammessi, l’Amministrazione regionale effettuerà il trasferimento dei fondi all’E.R.S.U di Palermo finalizzato all’erogazione dei contributi ai destinatari dell’intervento.