23 Marzo 2021 Giudiziaria

CONFISCATI BENI PER DIECI MILIONI DI EURO AL COMMERCIANTE DOMENICO LA VALLE

Il patrimonio milionario, stimato in circa 10 milioni di euro, tra attività commerciali, appartamenti, veicoli, conti correnti, dell’imprenditore e pasticciere 60enne Domenico La Valle, ritenuto dalla Dda ‘organico’ al clan mafioso di Mangialupi, da ieri è nella mani dello Stato. La sezione Misure di prevenzione del Tribunale, presieduta dal giudice Maria Vermiglio, ha infatti disposto la confisca di beni e conti correnti di Domenico La Valle, sequestrati nelle operazioni della Guardia di Finanza ‘Domino’ e ‘Last Bet’. L’unica attività che gli è stata restituita è il ‘Laboratorio di Pasticceria La Valle sic’. Nei confronti di La Valle è stata disposta, inoltre, la misura della sorveglianza speciale per 5 anni con obbligo di soggiorno.

I beni confiscati

L’elenco è lunghissimo tra beni mobili, immobili, aziende e società, una tabaccheria, un gommone e svariati appartamenti. In particolare, la ditta individuale “Scimone Antonino”, con sede legale a Messina in via Tommaso Cannizzaro 262 e sede operativa in via Corbino Orso; società “Cmslot srl”, con sede legale a Messina in via Tommaso Cannizzaro 262 e sede operativa in via Corbino Orso; società “Scimone Better srl”, con sede legale a Messina in via Don Minzoni 199/a; rivendita di generi di monopolio n. 198, ubicata in via Taormina 8; ditta individuale “Nuovo centro scommesse di Davide Romeo”; “Bar La Valle”, in via Vecchia comunale, di proprietà di Grazia Megna; appartamento di 4 vani e accessori e bottega con annesso cortiletto, entrambi in via Vecchia Comunale Gazzi 40; due immobili a Contesse-Gazzi di 3,5 vani ciascuno; altri quattro immobili di 5 e 3,5 vani e lastrico solare in via Vecchia Comunale; un magazzino e locale deposito di 451 mq in via Corbino Orso; un laboratorio di 50 mq in via Catania, un immobile di 4 vani in via Comunale, al Villaggio Santo; un’abitazione civile di 12 vani in via Cottone; sempre in via Cottone, due posti auto e un garage; in via Corbino Orso, due magazzini di 143 e 157 mq. E ancora: villa e relative pertinenze del complesso Baia Verde, a Rodia; una bottega in via Vecchia Comunale, di proprietà di Alessio La Valle; un gommone Gremar; un’Audi A3 cabrio e una Bmw 420d cabrio; conti correnti, conti deposito a risparmio.