Contagi: dopo il terremoto giudiziario, in Sicilia niente bollettino giornaliero

30 Marzo 2021 Cronaca di Messina

Niente dati sull’andamento della pandemia in Sicilia nelle ultime 24 ore. Per la prima volta dopo mesi la Regione non pubblica i dati Covid-19: il terremoto giudiziario che si è abbattuto questa mattina sul Dipartimento per le attività sanitarie e osservatorio epidemiologico (Dasoe) dell’assessorato regionale alla Salute ha di fatto azzerato i vertici del dipartimento: gli arresti della responsabile Maria Letizia, del funzionario Salvatore Cusimano e dell’esperto informatico Emilio Madonia (tutti finiti ai domiciliari) hanno paralizzato l’elaborazione dei dati in arrivo dalle Asp di tutta la regione e dunque anche l’invio a Roma del report giornaliero.

In più un altro dirigente, Mario Palermo, direttore del servizio 4 del Dasoe con la mansione di referente unico per i dati Covid-19 è indagato a piede libero. L’assessore di riferimento Ruggero Razza, anche lui indagato, si è dimesso e il presidente Musumeci ha assunto la delega ad interim soltanto poche ore fa, troppo tardi per rimettere in funzione la struttura.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione