4 Agosto 2021 Attualità

Irccs-Neurolesi, la Uil-Fpl chiede al Ministero una indagine ispettiva. “La nomina della Mazzon pare non abbia i requisiti di legge”

Pippo Calapai e Corrado Lamanna, rispettivamente segretario generale e responsabile area medica della Uil-Fpl, hanno spedito una nota al ministro della Salute, Roberto Speranza, con la quale chiedono una indagini ispettiva per i fatti riguardanti la nomina del Direttore scientifico facente funzioni. Ecco il testo integrale della missiva. “I ritardi accumulati per conferire l’incarico al nuovo Direttore Scientifico dell’IRCCS Neurolesi di Messina, stanno creando non poco disorientamento tra il personale appartenente alla dirigenza medica della struttura sanitaria, in quanto in via provvisoria è stato nominato quale Direttore Scientifico dell’IRCCS di Messina, un dirigente Biologo. Tutto ciò, a parere della scrivente, ‘legittimato’ da una generica mail che si trasmette in allegato, proveniente da codesto Ministero, attraverso la quale, è stata data la possibilità al Manager dell’IRCCS di Messina, di nominarla, nonostante sembrerebbe essere priva dei requisiti necessari. Tale nomina, ad avviso della scrivente organizzazione sindacale vìola i principi del giusto procedimento amministrativo. Infatti, la Corte Costituzionale, ha enunciato il principio che, la scelta dei dirigenti cui conferire incarichi dirigenziali, deve essere necessariamente ispirata ai canoni del giusto procedimento e dell’imparzialità, anche mediante ricorso ad adeguati criteri nonché, a giuste procedure comparative (cfr. Corte Costituzionale – Sentenza n.275/2001,233/2016,103/2007). Inoltre, va evidenziato che la Suprema Corte di Cassazione, Sezioni unite, con sentenza n. 15764 del 19/07/2011 ha statuito che, l’atto di conferimento di un incarico deve essere comunque coordinato con le esigenze di buon andamento della pubblica amministrazione. Medesimo orientamento, è stato indicato, anche dalla Suprema Corte di Cassazione (Cfr. Cass. Sez. lavoro 14.04.2009 n.9814), la quale ha statuito che il potere datoriale in materia di conferimento di incarichi dirigenziali, violerebbe l’obbligo di correttezza e buona fede, ove l’incarico fosse affidato in mancanza di un’adeguata ed attenta valutazione comparativa di tutti i possibili candidati. Pertanto, per quanto sopra esposto, la Uil-Fpl chiede l’urgente avvio di una indagine ispettiva presso l’IRCCS di Messina, per accertare quanto dalla scrivente organizzazione denunciato, e far revocare in autotutela al Manager della sopracitata struttura sanitaria la delibera n.481 del 15 luglio 2021 avente ad oggetto incarico temporaneo Direttore Scientifico f.f.”