LA POLEMICA: IL CONI CORRE PER BRAMANTI

27 aprile 2018

Pubblichiamo il post di Antonio Mazzeo sulla esposizione del Coni a favore del candidato del centrodestra Dino Bramanti: 

Il CONI giuridicamente è un ente pubblico ed è posto sotto la vigilanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Dunque non può schierarsi elettoralmente con nessun candidato sindaco, nè a Messina nè altrove.
Chi ha dato a nome del CONI di Messina pubblico sostegno all’iniziativa sportivo-elettorale di Bramanti deve immediatamente dimettersi e chiedere pubblicamente scusa a tutti gli sportivi