Shock in Gb: suicida Caroline Flack, popolare conduttrice del reality “Love Island”

16 Febbraio 2020

E’ stata trovata morta stamani nel suo appartamento di Londra Caroline Flack, 40 anni, volto famoso della tv britannica, già conduttrice di “X Factor” e soprattutto di “Love Island”, uno dei reality più famosi nel Regno Unito. Un avvocato della famiglia ha spiegato che la donna si è tolta la vita nella notte del giorno di San Valentino.

La notizia è cominciata a circolare nel pomeriggio su Twitter, gettando nello sconforto i fan. “Possiamo confermare che la nostra Caroline è deceduta oggi, il 15 febbraio”, ha comunicato la famiglia, chiedendo il “rispetto della privacy in questo momento difficile”. della 40enne conduttrice di trasmissioni di successo come X Factor e Love Island.

Flack era tornata da poco a Londra dopo l’arresto avvenuto il 12 dicembre a Los Angeles con l’accusa di violenza privata nei confronti del fidanzato, l’ex tennista Lewis Burton, colpito alla testa e ferito con una lampada da tavolo durante una violentissima lite domestica dalla quale entrambi erano usciti segnati. La conduttrice inglese avrebbe dovuto affrontare il processo a marzo. La vicenda l’aveva costretta a fare un passo indietro e a rinunciare alla conduzione di “Love Island”, lo show che l’aveva resa celebre e che si ritrova con un nuovo lutto dopo i suicidi di Mike Thalassitis e di Sophie Graydon, entrambi concorrenti del programma.

Caroline Flack è stata spesso sotto i riflettori per la sua vita sentimentale travagliata. I tabloid popolari le attribuivano nel passato anche un flirt con il principe Harry ma quella che aveva fatto scalpore era la sua relazione con uno dei membri della boy band “One Direction”: lei aveva 31 anni, lui 17.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione