Fratellini morti nell’incendio a Messina: il cordoglio del sindaco di Reggio Calabria

#VIDEO# – Messina, i funerali dei bimbi morti nel rogo. I genitori: “Saremo sempre una famiglia”

19 giugno 2018
In questo estratto dall’audio originale di circa 7 minuti, ottenuto dall’agenzia di notizie non profit ProPublica, il pianto di un gruppo di bambini – circa 10 in tutto – provenienti dall’America Centrale e separati dai loro genitori dalle autorità che sorvegliano il confine con gli Stati Uniti. A un certo punto si sente un funzionario scherzare con uno dei piccoli in lacrime: “Abbiamo un’orchestra qui”.
Da maggio scorso l’amministrazione Trump ha smesso di tollerare l’arrivo di immigrati clandestini accompagnati dai loro figli. In precedenza le “unità familiari” venivano dirottate verso i tribunali per l’immigrazione, e spesso tutti i loro membri venivano rilasciati dopo tre settimane di detenzione in base a una legge che limita la permanenza in cella di minori senza documenti. Ora invece i migranti irregolari vengono perseguiti penalmente, anche se questo vuol dire separarli dalla famiglia al loro seguito.
19 giugno 2018
Uomini, donne e bambini richiusi all’interno di vere e proprie gabbie. Questa la scena che si è presentata davanti agli occhi dei giornalisti dell’Associated Press e dei politici che domenica hanno visitato un centro di detenzione a McAllen, in Texas.
La struttura, conosciuta con il nome di Ursula, è considerata l’ “epicentro” del sistema che separa i bambini migranti dai loro genitori e che rappresenta la politica del “pugno di ferro” adottata dall’amministrazione Trump per scoraggiare le partenze dei migranti dal Messico.
Si calcola che la polizia di frontiera della Valle del Rio Grande, nel sud del Texas, finora abbia separato 1.174 minori dai loro genitori. Famiglie divise per giorni, a volte per settimane, in attesa di sapere se resteranno o meno negli Stati Uniti. Giornalisti e deputati sono entrati e hanno potuto denunciare le condizoni in cui queste persone sono tenute, senza poter scattare foto o girare video: è la stessa polizia di frontiera ad aver girato queste immagini.
19 giugno 2018

MESSINA: SI E’ INSEDIATO IL NUOVO PROCURATORE AGGIUNTO VITO DI GIORGIO

<