Roma, atleta tunisina uccisa: nel video gli ultimi momenti di Imen col suo assassino

15 Maggio 2019

Nel giorno in cui viene convalidato il fermo e la custodia cautelare in carcere per l’omicidio di Imen Chatbouri, l’ex atleta di origini tunisine scaraventata giù dal parapetto del Lungotevere all’altezza di Ponte Sisto, la notte tra primo e il due maggio scorso, nei confronti di Stephan Iulian Catoi, cittadino romeno di 27 anni, un video mostra i momenti che hanno preceduto il delitto, gli ultimi istanti di vita della donna immortalati dalle telecamere. Una telecamera di videosorveglianza riprende l’aggressore mentre attraversa la strada su Lungotevere, si ferma un attimo vicino a un’auto in sosta e poi si dirige verso la vittima, appoggiata con i gomiti al parapetto del Lungotevere. Proprio in quegli istanti l’ex atleta verrà avvicinata alle spalle, presa dalle caviglie e buttata giù. Nel video si vedono poi gli istanti successivi, quando l’uomo, che indossava una felpa bianca, scappa a piedi. Ma sono anche immortalati alcuni momenti precedenti della serata che hanno trascorso insieme. Vengono ripresi mentre l’uomo cammina dietro di lei in strada ed entrano poi in un negozio. Malgrado l’uomo neghi ogni responsabilità il video lo incastra e il gip ha quindi deciso, al termine dell’interrogatorio avvenuto stamane nel carcere di Regina Coeli, di convalidare il fermo.

 

Video: Polizia di Stato