FISCO – Evasione, la commissione tributaria condanna Genovese a pagare 12 milioni

11 maggio 2016 Inchieste/Giudiziaria

genovese

La terza sezione della Commissione Tributaria provinciale di Messina si è espressa sul ricorso presentato dal legale del deputato di Forza Italia Francantonio Genovese contro l’Agenzia delle Entrate che contestava al politico un’evasione fiscale su alcune polizze a vita stipulate da Genovese al Credit Suisse in Svizzera per 16 milioni e 377 mila euro. La commissione tributaria ha rideterminato in 12 milioni e 874 mila euro l’importo sul quale Genovese dovrà pagare le tasse al fisco italiano.

Secondo quanto contestato in precedenza dall’Agenzia delle Entrate Genovese doveva al fisco 7 milioni di euro. Il legale di Genovese quando scoppiò lo scandalo spiegò che si trattava di somme “detenute da Genovese all’estero sin dai primi anni ’70 rispetto ai quali da tempo aveva avviato contatti con l’Agenzia delle Entrate per chiarire la propria posizione”. La Guardia di Finanza ha scoperto nell’inchiesta che vede coinvolto Genovese oltre 350 nomi di clienti italiani di Credit Suisse che avrebbero evaso il fisco. Francantonio Genovese, ex parlamentare Pd poi passato con Forza Italia, era stato coinvolto nell’inchiesta sui corsi di formazione in Sicilia che aveva portato anche al suo arresto. “Non commento questa vicenda dico solo che abbiamo già presentato appello”, ha detto Genovese commentando la sentenza.