Mafia dei Nebrodi, nuovamente arrestati dieci indagati

19 Febbraio 2020 Inchieste/Giudiziaria

Sono stati riarrestati stanotte dieci indagati dell’operazione Nebrodi sulle truffe agricole all’Unione europea dei clan mafiosi tortoriciani, che erano stati scarcerati dai giudici del Riesame per un vizio di forma. Come scrive Nuccio Anselmo si Gazzetta del sud, l’operazione “bis” è stata eseguita dai carabinieri del Ros e dai finanzieri del Gico sotto il coordinamemto della Direzione distrettuale antimafia di Messina.

La Procura infatti nei giorni scorsi, dopo gli annullamenti tecnici dell’ordinanza decisi dal Tdl per mancanza di motivazione delle esigenze cautelari, aveva richiesto nuovamente l’arresto al gip Salvatore Mastroeni, che lo aveva accordato.

Ad essere raggiunti nuovamente dalla misura custodiale il notaio di Canicattì Antonino Pecoraro, uno dei “colletti bianchi” dell’inchiesta, e poi Sebastiano Bontempo Scavo, Andrea Caputo, Antonino Agostino Marino, Giuseppe Scinardo Tenghi, Salvatore Dell’Albani, Giuseppe Ferrera, Innocenzo Floridia, Massimo Pirriatore, Danilo Rizzo Sciacca e Giuseppe Villeggiante.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione