VACCINI ANTICOVID A MESSINA, AL VIA IL POLICLINICO: TRA I PRIMI IL RETTORE

2 Gennaio 2021 Senza categoria
Questa mattina, al Policlinico “G. Martino”, il rettore dell’Ateneo di Messina Salvatore Cuzzocrea, si è sottoposto al vaccino anti-Covid. Le 54.990 dosi, giunte nei giorni scorsi sull’Isola, sono state previste dal Piano nazionale per questa fase della campagna di vaccinazione in Sicilia e, come da programma, ogni confezione con il farmaco è stata trasferita sino ai vari centri di somministrazione allestiti presso le varie aziende sanitarie e ospedaliere.
“Abbiamo iniziato, oggi, la campagna vaccinale qui al Policlinico universitario – ha commentato il Rettore – e sia io che il commissario straordinario, Giampiero Bonaccorsi, il direttore sanitario, Antonino Levita e tutti i direttori di Dipartimento assistenziale abbiamo dato il buon esempio.  Non possiamo non considerare i dati della scienza che dimostrano come l’efficacia del vaccino si attesti al 97-98%. La struttura dell’UFA, grazie al lavoro del dottor Pellegrino e degli infermieri Gallo e Carbone, sta lavorando alacremente per preparare il vaccino da somministrare ai sanitari ed ai colleghi. Il lavoro proseguirà, costantemente, nei prossimi giorni; vaccinarsi è un dovere per i nostri cari, per i ragazzi, per un futuro migliore della nostra città e del nostro Paese, ma è anche un segno di rispetto per gli infermieri e per i medici che hanno perso la vita e per coloro che combattono ogni giorno nella lotta al COVID-19. Questo vaccino rappresenta la speranza e bisogna avere grande rispetto per la ricerca e per chi ha realizzato questa importante arma contro la pandemia. Vacciniamoci – ha concluso il prof. Cuzzocrea – è molto importante”.
Presso l’AOU nei prossimi giorni saranno istituite specifiche aree ambulatoriali per la somministrazione del vaccino, alle quali potrà affluire inizialmente, dietro prenotazione, esclusivamente il personale che a qualsiasi titolo opera al suo interno ed inoltre gli studenti del Cdl in Medicina e Chirurgia, di Medicina generale, delle professioni sanitarie e specializzandi .

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione