25 Maggio 2021 Politica e Sindacato

Aggressione Commissario Giardina, solidarietà della FP-CGIL «Attacco violento ed ingiustificato»

La Funzione Pubblica CGIL al fianco del Commissario Giardina per la vile aggressione subita. 

«Un atto di violenza ingiustificata nei confronti di chi, con spirito di abnegazione e imparzialità, lavora per garantire il rispetto delle regole e la tutela del territorio». Questo il commento del segretario generale della FP-CGIL, Francesco Fucile, del responsabile aziendale Giuseppe Previti e degli RSU della Polizia Municipale, Lo Prete e Gervasi, per il vile attacco subito dal Commissario Giardina nello svolgimento del suo lavoro. «Il controllo del territorio e la vigilanza sull’ambiente sono i capisaldi del lavoro di Giardina – affermano i dirigenti sindacali – che nella sua attività non si risparmia mai, soprattutto quando bisogna vigilare sullo smaltimento illecito dei rifiuti».

«La FP-CGIL esprime solidarietà a tutte le donne e gli uomini in divisa della Polizia Locale di Messina, che anche in questa occasione hanno dimostrato di non abbassare la guardia nella battaglia per la legalità – proseguono i sindacalisti – una battaglia in cui non devono sentirsi mai soli, perché finalizzata a raggiungere obiettivi comuni nell’interesse di tutti i cittadini».

«Da biasimare, invece, l’atteggiamento di questa Amministrazione Comunale che, pur a conoscenza della carenza del personale addetto al coordinamento e controllo – attività al momento svolta dal solo Commissario Giardina – non ha voluto né cercato in questi anni di porre rimedio a tale mancanza, andando a rinforzare quelle che sono le figure necessarie per un più efficace funzionamento del Corpo. Non è la prima volta, tra l’altro, che il Commissario Giardina subisce aggressioni di tal fatta, in quanto solo e sovraesposto nei confronti dei destinatari di questi controlli. Cosa ancora ci dobbiamo aspettare prima che questa Amministrazione ritenga opportuno porre rimedio? Ci auguriamo non un altro fatto increscioso che metta a rischio e repentaglio l’incolumità del personale della Polizia Municipale»

Così concludono i dirigenti sindacali.