Messina, il procuratore generale chiede mezzo milione a Cateno De Luca e ai suoi legali

  • Messina, il procuratore generale chiede mezzo milione a Cateno De Luca e ai suoi legali
  • Messina, il procuratore generale chiede mezzo milione a Cateno De Luca e ai suoi legali

“Il Procuratore Generale di Messina ha citato in giudizio il deputato regionale Cateno De Luca ed i suoi avvocati per ottenere il risarcimento dei danni che avrebbe subito per le accuse mossegli dal deputato siciliano, peraltro ammettendo importanti circostanze di fatto come quelle riguardanti l’attività lavorative del figlio Serafino”. A dirlo in una nota i legali di De Luca su una querela in sede civile per 500 mila euro presentata dal Pg Vincenzo Barbaro (250 mila chiesti al deputato Cateno De Luca, e 250 divisi tra i due difensori, Carlo Taormina e Tommaso Micalizzi). “La singolare iniziativa – proseguono i legali – costituisce un poderoso assist che Barbaro offre a De Luca, che potrà andare in fondo e svelare ben altro oltre fin qui indicato in denunzie chiedendo accertamenti all’autorità giudiziaria. Noi preannunciamo denunzia per calunnia contro Barbaro avendoci accusati di istigazione e rafforzamento dei propositi criminosi di De Luca, mentre la difesa è stata sempre ossequiosa di ogni regola giuridica e deontologica. Chiediamo, a tutela prerogative della difesa, l’intervento dell’Ordine degli avvocati”. “Se pensano i legali di De Luca che possa sentirmi intimidito dai loro comunicati hanno evidentemente sbagliato persona”, commentato Barbaro. E continua: “Prendo atto delle dichiarazioni dei legali, e come già espresso in altra sede, anche per le presunte ammissioni sull’attività lavorativa di mio figlio, ribadisco che  la sede del confronto è il tribunale di Reggio Calabria, e nessun’altra”.

Intanto Cateno De Luca si scatena sui social.

“NELLA VITA PRIMA DI ESSERE QUALCOSA PER LA SOCIETÀ BISOGNA ESSERE QUALCUNO …

Grazie procuratore generale delle repubblica di Messina Vincenzo Barbaro per aver ammesso che suo figlio è stato assunto a soli 23 anni nella formazione professionale per chiamata diretta nel lontano 2000.

Chiedersi perché proprio suo figlio abbia avuto questa grande fortuna e gli altri giovani disoccupati invece no … credo che sia legittimo in considerazione che lei non è un contadino come mio padre …

Prego tutti i miei amici non solo di condividere ma di procedere alla massima diffusione del presente post

LIBERIAMO LA CITTÀ DI MESSINA DA CHI STRUMENTALIZZA IL PROPRIO RUOLO ISTITUZIONALE PER FINALITÀ PERSONALI E FAMILIARI”

NELLA VITA PRIMA DI ESSERE QUALCOSA PER LA SOCIETÀ BISOGNA ESSERE QUALCUNO …Grazie procuratore generale delle repubblica di Messina Vincenzo Barbaro per aver ammesso che suo figlio è stato assunto a soli 23 anni nella formazione professionale per chiamata diretta nel lontano 2000.Chiedersi perché proprio suo figlio abbia avuto questa grande fortuna e gli altri giovani disoccupati invece no … credo che sia legittimo in considerazione che lei non è un contadino come mio padre …Prego tutti i miei amici non solo di condividere ma di procedere alla massima diffusione del presente post LIBERIAMO LA CITTÀ DI MESSINA DA CHI STRUMENTALIZZA IL PROPRIO RUOLO ISTITUZIONALE PER FINALITÀ PERSONALI E FAMILIARI

Posted by Cateno De Luca on Wednesday, December 6, 2017

E in un post precedente su Facebook, rincara la dose:

“IL PROCURATORE GENERALE DELLA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI MESSINA CI HA QUERELATO …

Il dottor Vincenzo Barbaro ha chiesto in sede civile (chissà perché non agisce anche in sede penale !!!) 500 mila euro di risarcimento danni pur ammettendo che suo figlio effettivamente era stato assunto nel 2001 nella formazione professionale e poi nel 2012 nell’ente regionale CIAPI.

Egli afferma che suo figlio non è stato assunto per intermediazione della politica ma … PER VIRTÙ DELLO SPIRITO SANTO !

MI CHIEDO ALLORA: come si entrava negli enti di formazione regionale ???

SIGNOR PROCURATORE BARBARO NOI ASPETTIAMO DA ANNI CHE LEI RISPONDA A DOMANDE MOLTO PIÙ SERIE E QUANDO VUOLE IO SONO SEMPRE A SUA DISPOSIZIONE PER UN BEL DIBATTITO PUBBLICO SEMPRE SE NEL FRATTEMPO MI LASCIA A PIEDE LIBERO !

Ed ancora siamo all’inizio !!!

PS: la prego eccellenza Barbaro li lasci stare i miei avvocati perché ho sempre fatto tutto da solo per quanto riguarda le crociate contro certa mala pianta delle giustizia corrotta quindi ECCE HOMO continui pure a crocifiggermi tanto io non abbandonero’ la mia battaglia contro le mafie neanche quelle giudiziarie …”

Nessun Commento

Lascia un commento

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Don't have account. Register

Lost Password

Register