Il ripescaggio dell’Acr Messina: Luigi Genovese scrive alla Figc

1 Agosto 2018 Sport

Ci sono buone possibilità che l’Acr Messina venga ripescato in terza serie. Si tenteranno tutte le strade. Anche quelle politiche. A perorare la causa con una lettera scritta ai presidenti del Coni e della Lega Pro e al commissario della Figc c’è anche il deputato regionale Luigi Genovese.

“Questa mattina ho inviato la lettera in allegato a questo post ai presidenti del Coni e della Lega Pro e al commissario della Figc. Ho chiesto ai destinatari, in linea con quanto fatto la scorsa settimana dal sindaco De Luca, di valutare concretamente l’ipotesi di riaprire i termini per consentire ad altri club di Serie D, tra cui il Messina, di presentare domanda di ripescaggio in terza serie, così da garantire la restaurazione del format a 60 squadre.

Il motivo di questo mio intervento, come esplicitato nella missiva, è connesso ad una visione che inquadra il calcio all’interno di una cornice che supera il semplice concetto di sport. Il calcio è un fenomeno che produce aggregazione sociale, identificazione con il proprio territorio ed indotto economico. La storia e il blasone del Messina, uniti al bacino di utenza rappresentato dalla città meriterebbero, quantomeno, di essere tenuti in seria considerazione, evidenziate anche la serietà, la disponibilità e la solidità economica dell’attuale proprietà del club.

Da messinese e da tifoso del Messina, mi auguro che la Figc possa darci la risposta che attendiamo”.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione