15 Febbraio 2008 Mondo News

Il Canada consegna all`Italia il boia nazista di Bolzano

Il Canada consegnerà  all`Italia Michel `Misha` Seifert, l`ex criminale di guerra nazista conosciuto come il `boia di Bolzano` condannato all`ergastolo nel 2000 dalla giustizia italiana che lo ha ritenuto responsabile dei crimini di guerra compiuti su migliaia di deportati nei campi di Fossoli e di Bolzano. Seifert dovrebbe arrivare nel nostro paese entro domenica. Successivamente, il boia di Bolzano verrà  trasferito nel carcere militare di Santa Maria Capua Vetere, in provincia di Caserta, e messo a disposizione della procura militare di Verona. Seifer, nato 84 anni fa a Landau, in Ucraina, abitava in Canada, a Vancouver, dal 1951. Ed è stata proprio l`Alta Corte canadese, lo scorso 17 gennaio, a respingere l`ultimo appello presentato dal boia di Bolzano, concedendo l`estradizione. Fino al mese scorso Michael Seifer era riuscito ad evitare l`estradizione proprio facendo appello alla sua cittadinanza canadese ma l`Alta Corte non ha accolto le sue tesi e ha deciso che dovesse essere consegnato alla giustizia italiana. Fin dalle prime fasi del processo che si e` svolto a Verona, molti testimoni hanno riconosciuto nella foto di Michael Seifer quel `Micha` che, assieme a `Otto` (Otto Stein, per la giustizia italiana `irrintracciabile), terrorizzava il campo. Il procuratore capo di Verona non esclude che viste le condizioni di salute di Seifert, che in Canada si sarebbe sottoposto a alcuni accertamenti cardiologici, e soprattutto considerata la sua età  avanzata, lo stesso ex nazista possa uscire presto dal carcere.