15 Giugno 2017 Cronaca di Messina e Provincia

NOMINE MANAGER SANITÀ MESSINA, TODARO (SI): “POSIZIONI VULLO E LAGANGA ILLEGITTIME, ISTITUZIONI INTERVENGANO”

“A Messina assistiamo ad un silenzio assordante delle istituzioni, della politica e del sindacato sulle nomine dei manager delle aziende ospedaliere, in particolare sulle posizioni occupate illegittimamente dai dottori Vullo, direttore generale dell’Ospedale Papardo di Messina, e Laganga, Commissario straordinario Policlinico Messina, che non hanno i requisiti tecnici per ricoprire quei ruoli. Evidentemente esistono poteri così forti che attraverso la politica riescono a garantire posizioni illegittime, visto che le denunce dei mesi scorsi di Sinistra Italiana e di alcune isolate organizzazioni sindacali non hanno sortito alcun effetto”. A dirlo è Paolo Todaro dell’assemblea nazionale di Sinistra italiana.

“Nulla di personale sui dott.ri Vullo e Laganga – continua Todaro – ma quando si ricoprono ruoli istituzionali così importanti come quello di direttore di aziende pubbliche, con la gestione di ingenti risorse economiche, con migliaia di dipendenti, e con un bacino di utenza elevato, non possono esistere dubbi sulla legittimità della propria posizione. La raffazzonata gestione della sanità, riguardante la distribuzione dei posti letto, le chiusure o spostamenti di strutture ospedaliere, in città e provincia, ha da sempre subito l’influenza del politico di turno, dei gruppi di potere e dell’Università. A chi oggi organizza convegni sulla programmazione sanitaria futura Sinistra Italiana chiede piuttosto di relazionare su quanto finora è stato fatto visti i deludenti risultati”.
“Sinistra Italiana invita tutte le autorità competenti a contrastare il tentativo di insabbiare le palesi violazioni di legge, al fine di ripristinare la legalità violata”, conclude Todaro.