28 Giugno 2017 Sport e Spettacolo

Cinema, Taormina si prepara ai Nastri d’Argento: tra le star presenti anche Monica Bellucci

L’assessore al Turismo, Sport e Spettacolo, Anthony Barbagallo, domani, alle 11, a Catania, nella sede dell’ Esa (via Beato Bernardo 5, piazza San Domenico), terrà una conferenza stampa per illustrare le iniziative promosse dall’assessorato nell’ambito della 71esima edizione dei Nastri d’Argento, il premio cinematografico assegnato dal Sindacato Nazionale dei giornalisti cinematografici, in programma sabato 1 luglio nel teatro antico di Taormina.

Nel corso della conferenza stampa, alla quale parteciperà anche Laura Delli Colli, presidente del Sindacato nazionale giornalisti cinematografici Italiani, sarà annunciata un’importante anticipazione sui vincitori dei nastri.

“I Nastri d’Argento -spiega Barbagallo- rappresentano uno dei più importanti e prestigiosi appuntamenti nel panorama cinematografico internazionale e siamo onorati di ospitarli. Per questo vogliamo fortemente rafforzare il rapporto tra la Regione e i nastri coinvolgendo maggiormente il territorio, non a caso infatti abbiamo deciso, per la prima volta, di prevedere un ingresso gratuito per assistere alla serata finale, in programma nel suggestivo teatro antico. E sarà anche l’occasione per coinvolgere i tanti turisti presenti in quei giorni a Taormina. Abbiamo intenzione di puntare sempre di più sull’audiovisivo -conclude l’assessore- perché la nostra terra si conferma fucina di talenti come dimostrano le numerose candidature ottenute da “Sicilian Ghost Story”, un film da noi finanziato e girato interamente in Sicilia, che si è aggiudicato il Nastro per la scenografia e quello per la fotografia”.

L’appuntamento è quindi per sabato 1 luglio nel teatro antico di Taormina per la cerimonia di consegna dei Nastri d’Argento. Fra le numerose stelle del cinema italiano ci sarà anche Monica Bellucci che riceverà il Nastro d’Argento Europeo per la sua ultima interpretazione nel film di Emir Kusturica ”ON THE MILKY ROAD- sulla Via Lattea”.